Home > Appuntamenti > Sant’Anastasia. "Ottomarzo in versi" al Circolo IncontrArci

Sant’Anastasia. "Ottomarzo in versi" al Circolo IncontrArci

martedì 3 marzo 2009, di Mina Spadaro


SANT’ANASTASIA. Dedicato alle donne il primo appuntamento del 2009 del Circolo Letterario Anastasiano.”Ottomarzo in versi”, realizzato in collaborazione con il circolo IncontrArci e con l’Associazione Napoli Cultural Classic, è l’evento previsto per giovedì 5 marzo 2009. Un evento volutamente al femminile, non è un caso, infatti, la vicinanza con la festa della donna, al quale parteciperanno ben 20 poetesse: Anna Bruno, Emanuela Esposito e Nunzia Amato da Somma Vesuviana; Anna Gertrude Pessina, Rossella Tempesta, Rosa Speranza, Dolores Scippacercola e Anna Bartolomucci da Napoli; Rossella Luongo, Antonietta Gnerre, Agostina Spagnuolo e Adele Di Pietro da Avellino; Rita Amelia da Marigliano; Maria Rosaria Luongo da San Giorgio a Cremano; Carmina Esposito da Afragola; Oriana Costanzi da Lioni; Rosaria Zizzo da Battipaglia; Carmen Percontra da Massa di Somma; ed infine da Sant’Anastasia Brigida Gallo e Alessandra Mai. All’introduzione del presidente del circolo IncontrArci, Maria Angela Spadaro, seguiranno le declamazioni di poesie da parte delle stesse poetesse ispirate fondamentalmente al tema della donna in generale, volendo così dare un contributo anche poetico alle vaste e delicate problematiche che coinvolgono le donne nella vita di tutti i giorni, nel lavoro, nella casa, nella famiglia, nella società. A coordinare l’incontro sarà il presidente del Circolo Letterario Anastasiano, Giuseppe Vetromile, mentre a fare da sfondo saranno le note del maestro Antonio Marotta. L’appuntamento, dunque, è per giovedì 5 marzo, alle 18.00, presso Salone del Circolo “IncontrArci” di Piazza Cattaneo 9.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.