Home > Appuntamenti > Otto marzo. Pomeriggio in rosa in piazza Arco

Otto marzo. Pomeriggio in rosa in piazza Arco

venerdì 6 marzo 2009, di Mina Spadaro


SANT’ANASTASIA. Pomeriggio in rosa per l’otto marzo da vivere insieme a giovani artisti anastasiani accomunati dall’amore per la musica. Ma soprattutto un pomeriggio dedicato alle donne, alle quali gli artisti faranno omaggio della loro voce sfidandosi nell’esecuzione di brani che saranno, poi, giudicati da una giuria tutta al femminile. Luogo della kermesse sarà piazza Madonna dell’Arco, dove, a partire dalle 18.00, si svolgerà la gara che prevede anche l’attribuzione di premi per vincitori. Premi simbolici, che hanno una valenza particolare, in quanti mirano ad avvicinare alla cultura, alla musica e allo spettacolo le giovani promesse locali. Un momento di danza sarà rappresentato dal gruppo “NCD break dance” e si uniranno alla festa due fratelli, Armando e Alfonso Paccone, proprietari di una pizzeria e di un bar, che spesso la sera è luogo di incontri e che tendono a far nascere un “caffè culturale”. Per l’occasione, i fratelli Paccone offriranno mille pizze e mimose ai presenti in piazza. “Sono convinto, alla luce dell’esperienza maturata con gli spettacoli del 2008, che le famiglie e i giovani anastasiani vogliono solo un motivo valido per ritrovarsi a vivere insieme il paese. Per questo – afferma l’assessore allo spettacolo, Pasquale Miniero - ho dotato l’Ente di un palco e di attrezzature musicali, che possono essere utilizzati senza gravare sempre sul bilancio comunale. Cerco di cogliere tutte le occasioni per rispondere nei fatti alla “forte domanda” di socialità dei cittadini, di coinvolgere i commercianti in tutti gli eventi, di preferire i talenti locali, gli appassionati di musica e danza.
Per i non più giovani, invece, l’assessore alle Politiche Sociali, Assunta Cennamo, ha in serbo, presso il Centro Liguori, una serata tutta per loro, con musica e cabaret.
“Intendiamo dare alla festa della donna un significato diverso da quello comune e commerciale. L’appena trascorso festival di Sanremo – dice Francesca Di Giacomo, che ha curato la parte artistica e presenterà la manifestazione - ci ha dato l’energia per celebrare anche nella nostra realtà anastasiana una festa dedicata alla musica italiana, vestita di rosa per l’occasione. La donna come ispiratrice di musica di cultura e di vita. La musica come occasione di aggregazione per avvicinare sempre di più i nostri giovani, futuro di speranza, alla cultura, bene non quantificabile e motore per ogni progresso e miglioramento”.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.