Home > Attualità > Casagrande: "A Sant’Anastasia le ronde contro i rifiuti"

L’allarmde del dirigente del Pd sull’emergenza spazzatura nel quartiere Romani

Casagrande: "A Sant’Anastasia le ronde contro i rifiuti"

domenica 8 marzo 2009, di Gabriella Bellini


Sant’Anastasia . “Le ronde dei cittadini andrebbero organizzate per evitare lo scarico illegale di rifiuti”. Ne è convinto il dirigente del Pd, Franco Casagrande, che segnala la situazione di degrado in cui vive il quartiere Romani. Basta infatti fare un giro per via Romani, via Castiello, via Sellaro Grande e via Dante Alighieri per avere l’impressione di essere tornati indietro di mesi a quando l’emergenza rifiuti scuoteva Napoli e la sua Provincia. Pneumatici, lastre di eternit, vecchi mobili, sacchetti di spazzatura, sono soltanto alcune delle cose che è possibile vedere in bella mostra lungo le strade del quartiere periferico di Sant’Anastasia. “Quella delle ronde mi sembra l’unica soluzione possibile”, dice Casagrande, ex consigliere comunale, “lo so che questo significa ammettere il fallimento delle istituzioni, considerato che i cittadini da soli devono tutelare il territorio in cui vivono, ma davvero non so che altro suggerire, visto che l’intervento dell’amministrazione comunale stenta ad esserci. Il sindaco Carmine Pone continua ad occuparsi della centro della città dimenticandosi delle periferie. Non è possibile che ora una parte di Sant’Anastasia è pulita, che devo pensare che i rifiuti sono stati spostati dal centro alle zone periferiche? Eppure ogni volta che viene nelle chiesa dei Romani e i cittadini gli illustrano i disagi con cui sono costretti a vivere Pone promette sempre interventi che puntualmente non arrivano”. Un quartiere, quello dei Romani, dove sono tante le difficoltà. “Qui non c’è un luogo di ritrovo”, aggiunge, l’esponente del Pd, “non c’è un parcheggio, non esistono semafori e tutti corrono come pazzi rischiando continuamente di investire qualcuno. Esiste un’area vicino alla parrocchia che doveva essere requisita a bene pubblico, il sindaco aveva detto che se ne sarebbe occupato eppure finora non è stato previsto nessun provvedimento. Ma il problema più serio del quartiere è la spazzatura, i marciapiedi sono in gran parte impraticabili per via dell’immondizia, ci sono cumuli di rifiuti ovunque, occorrerebbe che certe zone fossero almeno illuminate, forse questo potrebbe scoraggiare gli incivili che continuano a scaricare qui ogni cosa. Non sto chiedendo i lampioni dell’illuminazione, anche se via Castiello ne ha bisogno, perché so che i costi sarebbero elevati ed occorre una programmazione della spesa e degli interventi, ma almeno dei fari da installare nei punti più sconosciuti. Un piccolo intervento che darebbe un segnale chiaro alla gente, l’idea che l’amministrazione comunale non l’ha abbandonata”. In effetti i rifiuti sono un po’ ovunque, e le foto che pubblichiamo lo testimoniano in maniera evidente. Una situazione che secondo Casagrande non può essere sconosciuta al Comune. “Basterebbe che il presidente dell’Amav, Ruggiero Granata, facesse un giro con la sua auto”, conclude, “Il più alto dirigente della municipalizzata che si occupa della raccolta dei rifiuti non può ignorare quello che accade in città. I marciapiedi di via Romani non vengono spazzati non so più da quanto tempo, mi chiedo dove vadano a finire i 174 mila euro che il Comune investe nell’Amav per il servizio di manutenzione del verde pubblico, che ne fanno se non forniscono nessun servizio alla città? Enormi problemi li crea anche la raccolta differenziata spesso i sacchetti diversificati dai cittadini secondo il calendario stabilito dall’Amministrazione non vengono ritirati nel giorno previsto ma con due giorni di ritardo”. Una situazione incresciosa che non vede fine nonostante i numerosi arresti che i carabinieri stanno effettuando in zona proprio per chi colpire chi sversa o trasporta rifiuti illegalmente.

Messaggi

  • Ill.mo Sindaco come suo costume non risponde mai all’evidenza.
    Casagrande come suo solito fare,è sempre attento a quello che succede sul territorio anastasiano,e lei sempra che non importa nulla.
    Ill.mo sindaco come intente rispondere all’evidenza posta dal sig. casagrande?

    Egr.Dott.Bellini perchè non gira il servizio da lei firmato al sig. Sindaco.

    La ringraziamo anticipatamente

    COMUNITA’ DEI ROMANI

  • Carissimi, l’idea del sign. Casagrande è ottima, purtroppo ancora oggi ci sono persone che continuano, senza pudore alcuno, a sversare sacchetti di immondizia indiffereziata per le nostre strade, rendendole talvolta impraticabili. Il sottoscritto più volte ha denunciato questa situazione e se ancora oggi il problema non è stato del tutto debellato, bisogna agire di conseguenza e quindi ben vengano le ronde. Volevo però, ricordare a tutti gli utenti, che il Sindaco Pone ha dato mandato ai Vigili Urbani di denunciare i cittadini sorpresi a sversare illegalmente i rifiuti e aggiungendo alla stessa una salata multa. Questo però non è servito, e ancora oggi, sopratutto alla periferia della nostra cittadina, si vedono situazione a dir poco tristi.
    Ancora una volta, come quasi sempre mi è capitato, devo contraddire il sign. Casagrande che forse un pò smemorato dimentica che il nostro paese è stato amministrato per dodici anni dal centro-sinistra e lo stesso Casagrande è stato consigliere comunale per ben cinque anni. Premesso questo, non posso accettare che lo stesso indichi l’amministrazione Pone come la principale responsabile del degrado delle periferie, per poi affibbiare alla stessa la colpa della totale mancanza dei servizi, che in qualsiasi società civile dovrebbero esserci. Mi congedo da voi attenti lettori, sperando che tutti prima di parlare possiamo farci un piccolo esame di coscienza.

    • Egr.sig. Pavone il botta è risposta non mi piace,ma per lei faccio un’eccezione.
      Da premettere che il sottoscritto fino a prova contraria non è smemorato.
      Seconda cosa si aggiorni che il sottoscritto la carica di consigliere è durata 2 anni.
      In questi due anni mi sono messo molte volte contro il sindaco,per me la politica è al sevizio del cittadino,e non a fini personali.

    • Egr.Sigg,
      Mi tocca difendere il Sig Casagrande, i vostri commenti non servano se non vedete il passato.Il Sig Casagrande è stato consigliere comunale con le dimissioni del Consigliere Cortese la sua permanenza nel consiglio comunale e durato solo due anni dico solo due anni,......si o no avra fatto una decina di consigli,forse avete la mente corta, il paese e stato governato da altri politici mi sono dimenticato da quanto, vedi i fratelli .Esposito, prima assessore poi vice sindaco,la sorella prima vice Sindaco poi Consigliere,il Sindaco attuale Pone Consigliere Comunale per anni e anni tranne l’ultima legislatura, Presidente del Consiglio comunale con Mario Romano, Gifuni Alfonso comunale per ventanni,non voglio fare altri nominativi che li conoscete a memoria,e ve la prendete con il Sig Casagrande perche dice la verità,personalmente non condivido la politica che fa il partito di appartenza del Sig Casagrande, tra l’altro mi considero contrario ma corretto anche se non la penso come lui politicamente ,vedete rivolgendomi a voi criticoni legittimi,non vi siete mai domandati che questi che cambiano casacca continuamente ma non fanno politica attiva per il nostro territorio, vedi le periferie, embè si le periferie, io mi sono fidato di questi sigg per anni, ma adesso il mio voto sarà sui fatti ,non vorrei essere polemico con qualcuno, ma realtà attuale dice che Sant’Anatasia non e migliorata,la spazzatura che vede Casagrande non la vedete VOI, lo sapete perchè, voi abitate al centro del paese magari a Madonna dell’Arco, tutto il resto non conta,chi vi parla vive nella profonda periferia che per anni a dato fiducia a persone che non hanno inciso per la nostra zona......fate un esame di coscienza dite la verità,cercate di far emergere un paese turitico non solo sulla carta ma.......Vi saluto con simpatia Sasso.

  • Carissimo sign. Casagrande, il nostro non è un botta e risposta, ma bensì un confronto su di una materia a noi cara. Questo è il bello della democrazia e mi auguro che per Lei, che in questo caso ha fatto un’eccezione, il confronto diventi prassi ordinaria per crescere e soprattutto per aprire gli orizzonti. Le chiedo scusa e non ho problemi a farlo se la mia affermazione "Lei forse è un pò smemorato" le ha dato fastidio. Però, caro concittadino, la mia posizione non cambia e se qualora davvero Lei è stato una spina nel fianco del desaparecidos Iervolino le vale per la sua coscienza politica. Un cordiale Saluto.

  • Carissimi, l’operato della passata amministrazione, guidata dal Dott. Vincenzo Iervolino, è stato disastroso e nella sacralità delle urne gli elettori hanno praticamente bocciato il primo cittadino che candidadosi al Consiglio Comunale è riuscito a fare una magra figura. Eletto sì, ma con un numero di preferenza davvero troppo esiguo per uno che ha amministrato una Città per 10 anni. Gli errori fatti nei due lustri di amministrazione Iervolino sono tanti, ed elencarli sarebbe come riesumare vecchie ferite, vecchi rancori verso chi è stato il principale artefice del declino anastasiano. La dignità, il pudore prima di tutto, e dire che nel passato non sono stati commessi degli errori fa ben notare la mancanza di quelle due qualità da me poc’anzi elencate.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.