Home > Politica > Anche Boscoreale nel "Sistema Turistico Locale Vesuviano"

Anche Boscoreale nel "Sistema Turistico Locale Vesuviano"

sabato 14 marzo 2009


BOSCOREALE. Insieme ad altri nove comuni, anche Boscoreale farà parte del “Sistema Turistico Locale Vesuviano”. Promosso dall’assessore provinciale al turismo, il “Sistema” si pone come obiettivo quello di fare del territorio vesuviano un solo soggetto turistico. Oltre a Boscoreale ne fanno parte: Boscotrecase, Castellammare di Stabia, Ercolano, Pompei, Portici, San Giorgio a Cremano, San Sebastiano al Vesuvio, Torre Annunziata e Torre del Greco. Con la firma del protocollo d’intesa sono state gettate le basi per la presentazione di progetti turistici che vedono un’azione congiunta pubblico-privato. Il “Sistema Turistico Locale Vesuviano” è un progetto che, avvalendosi anche della collaborazione della Camera di Commercio, dell’Ente Provinciale per il Turismo, Confcommercio e Confindustria, tende al rilancio turistico della vasta area vesuviana e raccoglie suggerimenti arrivati dai numerosi imprenditori del settore e dai rappresentanti di associazioni di categoria. Al fine di perseguire lo scopo fissato con il protocollo d’intesa, nei prossimi giorni sarà costituito un gruppo tecnico composto dai referenti degli enti impegnati nel progetto, con il compito di individuare i temi prioritari da approfondire, da specificare e integrare, sviluppandone il processo di attuazione. Tra le priorità finora esaminate dagli amministratori locali, emerge la necessità di lavorare ad un sistema integrato per la mobilità e i trasporti, seguito dalla realizzazione di una rete telematica di comunicazione e informazione tra i soggetti coinvolti nell’iniziativa. In seguito è prevista la fase di divulgazione del progetto attraverso prodotti editoriali e iniziative promozionali. Il protocollo intercomunale, inoltre, prevede anche il miglioramento dei servizi e delle strutture destinate alla ricezione, il risanamento e la riqualificazione delle aree industriali dismesse e del patrimonio storico-culturale-architettonico.“Abbiamo aderito al protocollo nella certezza che solo facendo rete si può realizzare un concreto sviluppo turistico dell’area vesuviana – ha affermato il sindaco Gennaro Langella-. Il progetto, che peraltro tende anche ad essere pronti quando sarà approvata la Legge Regionale sul Turismo, è ambizioso e richiede una costante azione delle amministrazioni locali insiema ad una continua concertazione con tutti gli attori del sistema turistico. Dobbiamo puntare a costruire un’offerta che tenga conto dei punti di forza dell’intera area – ha spiegato il sindaco –. Il territorio vesuviano ha tanto da offrire e vanno ricercate tutte le soluzioni idonee per sviluppare, valorizzare e potenziare gli inestimabili millenari tesori che questi luoghi custodiscono”.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.