Home > Cronaca > Portici: 36 dipendenti arrestati per assenteismo

Portici: 36 dipendenti arrestati per assenteismo

martedì 17 marzo 2009


Portici. Chissà cosa avranno pensato quei 36 dipendenti comunali di Portici alla vista dei poliziotti che nella mattinata di ieri gli hanno notificato le custodie cautelari. Probabilmente che il caffè preso in mattinata sarà stato il più amaro della loro vita. O magari che la spesa fatta al supermarket sia stata la più cara della loro grigia storia. Si perché gli arresti domiciliari per questi 36 personaggi, più 58 avvisi di chiusura indagine, sono arrivati nell’ambito dell’operazione “Free Badge” che ha svelato un nutrito gruppo di dipendenti comunali assentisti i quali, invece di lavorare, preferivano andare in giro a fare commissioni personali. I provvedimenti, emessi su richiesta della sezione reati contro la Pubblica Amministrazione della procura della Repubblica di Napoli, sono stati eseguiti dagli agenti del commissariato di Polizia Portici-Ercolano, della squadra Mobile e della Digos. Le indagini, condotte dall’ottobre 2007, hanno interessato i dipendenti del Comune di Portici che prestavano servizio presso l’ufficio elettorale, matrimonio e leva, stato civile, immigrazione, emigrazione, ufficio relazioni con il pubblico. E ancora, anagrafe, ufficio carte di identità, ufficio richiesta documenti, ufficio tributi (ICIAP, ICI, TARSU, TOSAP) ufficio commercio e professioni. Una telecamera posta nel retro della macchina marcatempo ha permesso di scovare il fenomeno. Gli inquirenti hanno appurato che alcuni dipendenti, al centro dei provvedimenti restrittivi, erano soliti farsi marcare il badge all’entrata o all’uscita dall’orario di lavoro da colleghi compiacenti.Sulla questione è intervenuto il sindaco di Portici, Vincenzo Cuomo (Pd):“L’indagine che ha portato all’emissione delle misure cautelari di questa mattina non può certamente offuscare il prezioso lavoro che la stragrande maggioranza dei circa 450 dipendenti dell’Ente svolge con dedizione e professionalità, e che ha consentito alla Città di Portici di raggiungere risultati e traguardi di eccellenza, ad esempio attraversando indenne l’intero periodo dell’emergenza rifiuti e distinguendosi nella Raccolta Differenziata, che a febbraio ha superato la percentuale del 50%.Ho avuto modo questa mattina di esprimere personalmente il mio apprezzamento alla magistratura e alle forze dell’ordine, nelle quali abbiamo piena fiducia per il lavoro che stanno svolgendo”. Cosa c’entri il tutto con gli assenteisti non è dato saperlo. Il primo cittadino però prosegue: “ Più volte la stessa Amministrazione Comunale ha effettuato periodici controlli interni tesi a rimuovere talune incrostazioni che sono state effettivamente rimosse con sanzioni disciplinari, anche di una certa durezza, comminate nell’esclusivo interesse di tutti i cittadini che chiedono servizi adeguati e dei tantissimi dipendenti comunali che svolgono appieno il proprio dovere”. Quale siano state le “incrostazioni” e come siano stati rimosse non è dato saperlo. Conclude Cuomo: “Naturalmente c’è rammarico, sul piano umano e personale, per quanto sta accadendo, ma al tempo stesso assoluta fermezza nei confronti di chi si è reso responsabile di comportamenti illeciti: saremo inflessibili e rigorosi nell’applicazione dei provvedimenti del caso. Sono già stati firmati i provvedimenti di sospensione dal servizio e dagli emolumenti retributivi per i dipendenti colpiti da ordinanza di custodia cautelare,così come prevede la legge”. Scusateci, ma a questo punto, lette le dichiarazioni di Cuomo,prendiamo per buona la massima secondo cui: I presenzialisti sono la prova vivente che anche l’assenteismo ha i suoi lati positivi.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.