Home > Attualità > Casagrande (Pd). "A Sant’Anastasia la raccolta differenziata è (...)

Casagrande (Pd). "A Sant’Anastasia la raccolta differenziata è inutile"

lunedì 23 marzo 2009, di Gabriella Bellini


Sant’Anastasia . A documentare l’inutilità di fare la raccolta differenziata a Sant’Anastasia ci ha pensato un ex consigliere comunale, Franco Casagrande. Con una lettera inviata al sindaco Carmine Pone e al presidente dell’Amav, Ruggiero Granata , l’attuale dirigente del Pd fa la cronistoria di una settimana di disagi vissuti in via Romani e di come abbia visto che i materiali divisi con accuratezza sono stati poi gettati tutti insieme nello stesso camion. “Il giorno 16 marzo, come da calendario stilato da questa Amministrazione, si raccoglie l’umido”, scrive Casagrande, “il 17 marzo era la volta del secco, e per due giorni tutto bene, ma dal 18 marzo inizia quello che molti cittadini onesti come me, che con grande sacrificio effettuano la raccolta differenziata, non avrebbero mai voluto vedere. Quel giorno si doveva raccogliere la carta e la plastica, e lì iniziano le prime difficoltà: la plastica viene raccolta e la carta resta a terra. L’indomani si raccoglie l’umido , e la carta rimane ancora in bella evidenza fuori ai cancelli del Parco Quadrifoglio. Il giorno 20 marzo si dovrebbe ritirare il secco,una parte della carta viene raccolta e il secco no. Ieri, primo giorno di primavera, si sarebbe dovuto raccogliere l’umido e, leggete con attenzione, l’umido è stato ritirato, così la carta, il secco, ma tutto è stato sistematicamente gettato nello stesso camion, in più sono state svuotate, sempre nello stesso mezzo, i sacchetti che gli incivili depositano fuori le campane del vetro”. Una situazione che rischia di togliere ogni significato allo sforzo fatto finora dagli anastasiani per seguire il calendario della raccolta differenziata. “Non ho potuto fotografare tutto questo perché non avevo il telefonino con me”, aggiunge Casagrnde, “Ma oltre a segnalarvi questa grave situazione, ne approfitto anche per ricordarvi lo stato pietoso in cui versano le nostre periferie che sono diventate discariche a cielo aperto. Eppure in periferia vivono politici di questa Amministrazione che si ricordano dei residenti solo quanto servono i voti. Tutto questo non e’ colpa dei lavoratori dell’Amav, ma a chi dà le disposizioni”.

Messaggi

  • Caro sign. Casagrande, Le sue osservazioni sono giuste, sacrosante, però, purtroppo, all’interno del Suo partito nessuno la pensa come Lei o meglio messuno porta avanti queste sue "battaglie". Tutti a criticare, ma poi quando c’è da mettere sul "piatto" delle proposte concrete tutto tace, nessuno si assume le responsabilità. Sign. Casagrande, chi rappresenta la Sua parte politica in consiglio comunale, in questi mesi ha dimostrato quello che io ho elencato poc’anzi, cioè una carenza di idee e soprattutto di proposte concrete. I manifesti affissi per le strade del nostro paese non fanno opposizione, al contrario aizzano le frange estreme creando un’ enorme confusione. Le sue lettere, per quanto interessanti, lasciano il temmpo che trovano, risultando allo stesso tempo inutili. Sarebbe bello e allo stesso tempo positivo per il paese avere un’opposizione radicata sul territorio che faccia una politica seria e soprattutto d’azione, portando in dote all’ attuale amministrazione decisionismo e competenze. Però, purtroppo, come sempre accade i buoni propositi rimagono tali e tutto risulta inutile agli occhi della gente. In poche parole ed in maniera molto sintetica: Le chiacchere stanno a zero.
    Cordiali saluti.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.