Home > Politica > Patto di metà legislatura, An in consiglio regionale

Federare i gruppi consiliari del centrodestra si può, a Fi il coordinamento

Patto di metà legislatura, An in consiglio regionale

Alleanza nazionale ambisce alla presidenza della Commissione Anticamorra.

sabato 15 settembre 2007


NAPOLI - Il consigliere Mario Ascierto Della Ratta interviene per una precisazione, dopo alcuni articoli apparsi sui quotidiani lo scorso 13 settembre nei quali, in maniera differente, si faceva riferimento ad una divergenza interna al gruppo consiliare di Alleanza Nazionale.

“Al di là delle ipotesi o fantasie di tipo giornalistico che non hanno alcun valore, a mio avviso, il discorso serio da fare non è legato ad una rivendicazione di una poltrona in più per l’uno o l’altro consigliere ma, al contrario, di mettere da subito in campo una strategia che possa determinare un salto di qualità dell’azione politica che AN sta portando avanti in Consiglio Regionale.

Dopo aver passato la boa di metà legislatura, è giunto il momento di cambiare registro, occorre da adesso in avanti qualificare le nostre inziative e presentarle come proposte di governo credibili per una cittadinanza stanca e mortificata dall’inefficienza del centrosinistra campano.

In questo percorso – ha continuato Mario Ascierto Della Ratta - di ridefinizione della nostra strategia globale, ci sono dei passi importanti che andrebbero compiuti come, ad esempio, federare i gruppi consiliari del centrodestra, idea proposta in ultimo anche dal consigliere Grimaldi, inoltre, ritengo, opportuno in un’ottica di riequilibrio degli assetti, riconoscere agli alleati di Forza Italia l’indicazione per la casella di coordinatore dei partiti della Casa delle Libertà, lasciata libera dall’onorevole Bocchino.

Mentre, al pari, Alleanza Nazionale per dar continuità, anche a livello regionale, ad una storica attenzione e sensibilità verso le politiche per la sicurezza potrebbe legittimamente ambire alla presidenza della Commissione Anticamorra.

Su questo complessivo disegno di riscrittura della nostra azione e presenza in Consiglio Regionale ho più volte espresso la mia disponibilità al presidente Franco D’Ercole, al coordinatore Mario Landolfi ed al senatore Pasquale Viespoli, a collaborare attivamente per portare avanti un percorso condiviso”.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.