Home > Economia > Catalanesca, nuove opportunità di sviluppo per l’agricoltura vesuviana.

Catalanesca, nuove opportunità di sviluppo per l’agricoltura vesuviana.

domenica 20 maggio 2007, di micdavino


SOMMA VESUVIANA - "Catalanesca: nuove opportunità per l’ agricoltura vesuviana". E’ il titolo del convegno che si terrà giovedì 24 maggio alle ore 19 presso il Convento dei padri Trinitari al Casamale. L’appuntamento è stato promosso da “Mediterraneo?, l’associazione culturale che si occupa di sviluppo dell’area vesuviana, in collaborazione con la Coldiretti e il patrocinio dell’ assessorato all’ Agricoltura del Comune di Somma Vesuviana.

“L’inserimento della Catalanesca nella classificazione delle varietà di vite per uve da vino coltivabili nella Regione Campania -dichiara il presidente dell’associazione Cesare Piccolo- costituisce per il nostro territorio un’ occasione importante di sviluppo. Il primo passo da fare è sensibilizzare gli agricoltori a registrare le proprie superfici vitate, per avere una chiara idea di quanta catalanesca esiste e quindi quanto vino si riesce a produrre”. Continua dunque l’attività di stimolo nei confronti degli operatori affinché non si lascino sfuggire la possibilità di rilanciare un settore che coinvolge il territorio a nord del Vesuvio. Infatti, proprio grazie all’attività propulsiva di tanti giovani che si sono riuniti in associazioni - da Somma Vesuviana a Sant’Anastasia e Pollena Trocchia - si è riusciti, il primo caso in Italia, ad ottenere con decreto regionale dell’ottobre 2006 la trasformazione della catalanesca da migliore uva da tavola in prodotto adatto alla vinificazione. Questo passaggio amministrativo è risultato fondamentale per aprire nuovi scenari produttivi, in grado di trasformare e modernizzare l’intero comparto agricolo. Non a caso, alcune aziende vitivinicole vesuviane saranno presenti all’incontro per dimostrare che, in virtù del decreto regionale, hanno per la prima volta prodotto, etichettato e commercializzato Catalanesca. Un modo per spingere, nelle intenzioni degli organizzatori, quegli agricoltori che ancora sfuggono alla registrazione, magari ignari della possibilità di unirsi insieme agli altri e contribuire a dare lustro all’attività di vinificazione finora rivolta solo all’autoconsumo. Partecipano al convegno di giovedì prossimo: il sindaco della cittadina vesuviana Raffaele Ferdinando Allocca; Anna Carrella, assessore all’Agricoltura; Fiore Di Palma, consulente per l’agricoltura del Comune di Somma Vesuviana; Vito Amendolara, direttore Coldiretti Campania; Michele Manzo, direttore SeSIRCA - Regione Campania. Modera Cesare Piccolo, presidente dell’associazione “Mediterraneo”. Al termine del dibattito è prevista la degustazione di vino Catalanesca.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.