Home > Cultura > Somma Vesuviana, grande successo per il maestro Scarano

Somma Vesuviana, grande successo per il maestro Scarano

lunedì 6 aprile 2009


Somma Vesuviana. Si è conclusa con un record di presenze la mostra di pittura estemporanea di uno dei più grandi interpreti di questo genere in Europa, il maestro Claudio Scarano. L’esposizione è stata allestita a Somma Vesuviana nel suggestivo scenario del Museo Contadino, una delle più belle realtà sommesi fondato ne 1995 dallo scomparso Carlo Russo. A raccontare il pittore è Emanuele Coppola, direttore dei Beni Culturali del complesso di S.Maria del Pozzo:" Il maestro Scarano, napoletano, è un’artista estemporaneo che ha incantato il mondo intero. Parigi, The Wine Gallery di Londra, Stoccarda, New Jersey, Sidney, sono solo alcuni dei tanti posti dove ha esposto le sue creazioni. Erede della “scuola di Posillipo”, Scarano ritrae soprattutto paesaggi, vicoli, chiese, piccoli mercati, scorci architettonici con immediatezza e spontaneità intrappolando nelle pennellate l’anima, l’essenza di ciò che ritrae. Con i suoi dipinti è riuscito a conservare integra la memoria di tanti paesi restituendo dignità a tanti monumenti logorati dal tempo e sfregiati dalla mano delittuosa dell’uomo. Occupandosi di Somma Vesuviana e del vasto patrimonio culturale che lo rappresenta, ha regalato a quanti vivono e lavoro alle pendici del monte Somma un pizzico d’orgoglio in più.Scarano è un immenso artista, anche se lui preferisce definirsi “modestamente pittore”.
Pittore che ha spiegato il valore simbolico delle sue opere le quali "Vorrebbero essere il volano per il recupero e la valorizzazione di luoghi dal grande valore storico-architettonico abbandonati purtroppo a loro stessi dall’incuria di cittadini ed istituzioni".

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.