Home > Appuntamenti > 50 anni di nozze, la lunga storia d’amore dei coniugi Castaldo

50 anni di nozze, la lunga storia d’amore dei coniugi Castaldo

martedì 14 aprile 2009, di Gabriella Bellini


Somma Vesuviana. Vederli insieme ancora innamorati riempie il cuore di gioia. Cinquanta anni di matrimonio non sono un record di tutti i giorni. A raggiungerlo, Alfonso Castaldo e Francesca De Falco. Una coppia bellissima che, con il figlio Ciro, le sorelle di lei (Mena, Maria, Anna e Giuseppina) i nipoti, insieme agli amici di sempre hanno festeggiato prima con una cerimonia religiosa e poi con un rinfresco a casa.
Una Pasqua speciale la loro, considerato che proprio il 12 aprile ricorreva l’anniversario delle nozze d’oro, ed hanno partecipato prima ad una celebrazione nella suggestiva cornice della chiesa trecentesca di Santa Maria del Pozzo, alle ore 12, e poi a casa dopo le 20,30 una bella festa tutta dorata, dai palloncini, ai tovaglioli, ai bicchieri, ai tanti piccoli “50” distribuiti ovunque, insomma non ci si poteva sbagliare. Un’occasione speciale per festeggiare l’amore e l’unione della famiglia.
Alfonso, classe 1927, è un dipendente in pensione del Comune di Napoli e un gran camminatore, ogni giorno non mancano le sue lunghe passeggiate per la città che l’ha visto nascere, e poi Francesca casalinga e, soprattutto, una donna dalle mani d’oro, sono noti i suoi ricami di pregiata fattura. Il ricamo, un’antica tradizione della parte più antica della città: il Casamale. Nel corso della serata, emozionante e "rivelatrice" è stata la lettera scritta dalle nipoti di Francesca, Antonietta, Lina, Anna, Rosaria e Enza (che evidentemente commossa l’ha letta ai presenti). Una lettera piena di riconoscenza per l’affetto e gli insegnamenti di vita che negli anni Alfonso e Francesca hanno saputo tramandare ai tanti nipoti, dell’amore e della fermezza con cui hanno cercato il loro unico figlio Ciro (docente liceale di Matematica e Fisica, con una passione speciale per il canto e una voce che gli hanno consentito negli anni di essere protagonista e organizzatore di diversi eventi musicali e culturali organizzati in città). La loro storia è un esempio per quanti oggi devono arrendersi alla legge restrittiva sulla fecondazione assistita e lottare con il bigottismo di molti, la loro voglia di diventare genitori e la loro costanza, invece, gli ha regalato un figlio, e a noi che gli vogliamo bene, un grande amico.

Ai coniugi Castaldo da parte della redazione de La Provincia on line, e mio in particolare, l’augurio di trascorrere insieme tantissimi altri anni d’amore e d’accordo come è stato finora per poterci insegnare e dimostrare che volendo l’amore vero esiste.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.