Home > Attualità > Sant’Anastasia, sta per scadere il bando per i chioschi

Sant’Anastasia, sta per scadere il bando per i chioschi

venerdì 17 aprile 2009, di Gabriella Bellini


Sant’Anastasia . Poco meno di due settimane di tempo per partecipare al bando per ottenere l’assegnazione dei chioschi. A ricordare l’imminente scadenza per l’opportunità lavorativa creata dal Comune di Sant’Anastasia è l’assessore alle Attività Produttive, Pasquale Miniero. “E’ una buona occasione per crearsi un lavoro autonomo, tra la gente e per la gente”, spiega, “Il 29 aprile scadono i termini per poter presentare il progetto che permetterà a chi verrà selezionato di aprire un chiosco immerso nel verde di Sant’Anastasia. I chioschi da realizzare sono quattro e sorgeranno in via Pomigliano, via Arturo Toscanini, via Alcide De Gasperi e via Raffaele Viviani. Le tipologie merceologiche che possono nascere all’interno delle strutture sono diverse: ristoranti, pizzerie, paninoteche e bar con attività di vendita coloniali”. Il bando con tutti i dettagli è consultabile sul sito istituzionale www.comunesantaanastasia.it
Le aree che l’amministrazione comunale di centrodestra ha destinato ai chioschi sono ampie, per cui gli interessati possono presentare progetti che da una parte possano garantire il rendimento dell’attività commerciale, e dall’altra si armonizzino e valorizzino l’area urbana nella quale vanno ad inserirsi. E’ previsto, infatti, dal bando che vengano utilizzati anche elementi di arredo urbano realizzati con materiali di pregio e con qualità nelle rifiniture e negli accessori. “Puntiamo ad ottenere la nascita di chioschi chic, punti di ritrovo per anziani, famiglie, giovani e turisti”, aggiunge Miniero, “Abbiamo previsto anche la riduzione della tassa di occupazione di suolo pubblico per chi provvederà anche alla manutenzione e cura di tutta l’area verde in cui ricade il chiosco, con una concessione in uso delle aree di 10 anni, rinnovabile. Non a caso sono state scelte aree già destinate a verde attrezzato, che sono poco curate, per non dire abbandonate a se stesse e poco usufruite dai cittadini. Se il chiosco assolverà alla sua funzione, queste aree restituiranno vitalità alla cittadina, ne potrà beneficiare il turismo e vi saranno nuovi posti di lavoro e di apprendistato. Punteremo a scegliere i progetti più belli, fattibili e completi, che avranno la lungimiranza di divenire punti di riferimento e di lustro per il paese e i cittadini. Anche per questo l’ubicazione dei 4 chioschi è tale da coprire luoghi del territorio che abbracciano anche le periferie. Insomma, il mio appello va ai miei concittadini, è l’ora di dare una possibilità alla loro creatività e voglia di lavorare e allora presentino il progetto”.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.