Home > Cronaca > Tenta di incendiare la casa con la moglie dentro, arrestato per (...)

Tenta di incendiare la casa con la moglie dentro, arrestato per stalking

mercoledì 22 aprile 2009, di Gabriella Bellini


Brusciano . Continuava a perseguitare la moglie, la minacciava e l’aggrediva ormai da mesi, era arrivato persino a decidere di incendiare la casa dove viveva con lei dentro. A salvare la donna, una 40enne di Brusciano, sono intervenuti i carabinieri che hanno arrestato il suo persecutore il marito, un uomo di 32 anni, per stalking. I militari della locale stazione, e della radiomobile di Castello di Cisterna, sono intervenuti dopo che la donna era riuscita a telefonare al 112 per chiedere aiuto, il consorte la stava aggredendo e minacciando ancora una volta e quando gli uomini dell’Arma sono arrivati a casa sua la situazione si era fatta davvero drammatica. Così i carabinieri hanno trovato il 32enne mentre minacciava la moglie di bruciare la casa e, per far capire che le sue intenzioni erano reali, stava cospargendo alcool etilico su tutto il pavimento dell’abitazione. Un intento che non gli è stato possibile portare a termine, per lui sono scattate le manette. Quando la donna si è sentita sicura ed ha deciso di raccontare la sua disavventura, si è svelata una storia drammatica. Erano due mesi, ormai, che lei subiva senza ribellarsi minacce, ingiurie e violenze di ogni genere. Quel tipo di azioni che sono difficili da dimostrare e che ora soltanto è possibile punire, con la nuova legge entrata in vigore e che ha fatto diventare lo stalking (gli atti persecutori appunto) un reato previsto dal codice penale. Reato che si configura quando vengono compiute una serie di azioni che continuate nel tempo creano nella vittima paura e timore per la propria incolumità. La donna aveva provato altre volte a denunciarlo, ma queste non erano servite a scoraggiare il giovane marito che si era invece accanito perseguitandola in maniera più insistente, e creandole un tale stato di soggezione e prostrazione psicologica che l’aveva portata addirittura a cambiare le sue abitudini di vita e a smettere di vedere amici e familiari pur di accontentarlo. Una situazione assurda cui hanno posto fine i carabinieri.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.