Home > Attualità > Comunicati Stampa > Somma Vesuviana, Salvatore Di Sarno candidato alle provinciali tra le fila (...)

Somma Vesuviana, Salvatore Di Sarno candidato alle provinciali tra le fila dell’Udeur

venerdì 24 aprile 2009, di Comunicato Stampa


Il 24 aprile Salvatore Di Sarno, consigliere comunale in carica “indipendente” al Comune di Somma Vesuviana, ha accettato la candidatura al consiglio provinciale di Napoli nella lista dell’UDEUR-POPOLARI.In occasione, quindi, delle Elezioni diretta del Presidente e del Consiglio provinciale di Napoli, fissate per il 6 e 7 giugno prossimo, Salvatore Di Sarno sarà presente nella lista di Mastella per il Collegio n.41 comprendente i comuni di Somma Vesuviana, Ottaviano e San Giuseppe Vesuviano.”E’ da tempo – dichiara l’aspirante consigliere provinciale – che riflettevo sulla possibilità di accettare questa candidatura, anche perché diverse sono state le proposte pervenute da più parti. Sono partito ovviamente, essendo un centrista convinto, da quelle proposte a me più vicine ed alla fine , solo qualche giorno fa, ho proteso per l’UDEUR, in quanto, a mio giudizio è uno dei pochi, se non l’unico, a far seguire i fatti alle parole, e mi riferisco al programma di rinnovamento a tutto campo che sta attuando, ma soprattutto all’accuratezza con cui ha scelto i candidati.”Sono convinto – dichiara inoltre – che un partito più grande diventa tanto più si discosta dal cittadino, tanto più dimentica le esigenze dei propri elettori, mentre solo un partito “piccolo” come l’UDEUR, dove le candidature non vengono imposte dall’alto, ma dal basso ascoltando il territorio, può garantire quel rapporto diretto con il cittadino- elettore fondamentale per la democrazia.”Salvatore Di Sarno, politico moderato d’ispirazione cattolica, nasce a Pomigliano d’Arco (NA) il 4 agosto 1971.La sua prima apparizione politica risale al 1993, quando all’alba della nuova legge elettorale a Somma Vesuviana un gruppo di amici decisero di unirsi per dare vita ad una lista civica chiamata appunto “Summa Nova”, riscuotendo un discreto successo. Ciò fu possibile anche grazie al contributo dell’allora ventiduenne Salvatore Di Sarno che ottenne poco più di 100 voti, i quali non gli consentirono però di sedersi tra gli scranni del consiglio comunale.Vincitore di concorso nel 1996 entra a far parte del Corpo della Guardia di Finanza, per il quale tuttora lavora.
Nel 2006, dopo dieci anni lontano dalla scena politica sommese, condividendo i principi ispiratori di una nuova lista civica denominata “La Ginestra”, le cui sorti non saranno delle più felici, si candida alle amministrative ottenendo 354 preferenze. Viene nominato per la prima volta Consigliere comunale.Da lì a poco, presagendo lo scioglimento della lista, si dichiara indipendente e solo successivamente decide di aderire al partito dell’Unione di Centro.Nel 2008, i sommesi tornano alle urne a seguito delle dimissioni del Sindaco, Salvatore Di Sarno si presenta alle elezioni nelle fila del partito di Casini ed ottiene 702 preferenze. Primo degli eletti in consiglio comunale diviene il capogruppo per l’UDC.Dal novembre 2008, in disaccordo con gli indirizzi di politica locale dettati dal commissario della locale sezione, si dichiara indipendente.Laureato in economia e management è membro della III^ Commissione Consiliare Urbanistica e della Commissione Rifiuti

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.