Home > Politica > Cambio al vertice del movimento civico "Sant’Anastasia al Centro"

Dopo il significativo contributo dato alla vittoria del centrodestra, il movimento ribadisce l’impegno con gli elettori

Cambio al vertice del movimento civico "Sant’Anastasia al Centro"

Ammirato segretario, Venuso vice ed Esposito segretario amministrativo

mercoledì 19 settembre 2007


SANT’ANASTASIA – Vincenzo Ammirato è il nuovo segretario cittadino del movimento civico “Sant’Anastasia al Centro”. Giuseppe Venuso il suo vice, mentre a Roberto Esposito è toccata la carica di segretario amministrativo.

Lo hanno reso noto i vertici del partito che si sono riuniti l’11 settembre scorso per rinnovare le cariche elettive.

Il movimento nasce nella scorsa primavera alla vigilia delle elezioni comunali, dopo la spaccatura dell’Udc.
Sant’Anastasia al Centro si era presentata agli elettori come “una gioiosa macchina da guerra”, decisa ad imporre un nuovo stile nella pratica politica. L’entusiasmo che aveva caratterizzato la lista civica ha di fatto contribuito alla vittoria del centrodestra.

Paolo Esposito (nella foto), leader indiscusso del movimento, ricopre oggi la carica di vice sindaco ed insieme all’assessore Giuseppe Petillo marca una presenza significativa nell’attuale esecutivo guidato dal sindaco Carmine Pone.

“Il nostro movimento -dichiara infatti il neosegretario- sottolinea il proprio ruolo propulsivo e determinante nella politica e nella amministrazione di Sant’ Anastasia. Ed intende svolgere nell’interesse primario dei cittadini un’attività costante, forte e attenta alle necessità della comunità”.

I tre neoletti hanno rinnovato al direttivo l’impegno a proseguire con “la coerenza e la determinazione che hanno caratterizzato e caratterizzano il Movimento “Sant’Anastasia al Centro”.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.