Home > Attualità > Commissariato, il sindaco: "Abbiamo dato la disponibilità, per ora andiamo (...)

Commissariato, il sindaco: "Abbiamo dato la disponibilità, per ora andiamo avanti con l’ipotesi Casa di riposo"

mercoledì 13 maggio 2009, di Gabriella Bellini


SOMMA VESUVIANA - Addio casa di riposo, benvenuto commissariato di polizia. E’ l’ultima ipotesi che arriva riguardo l’utilizzo che si potrebbe fare dello stabile che sorge lungo via Circumvallazione a Somma Vesuviana e che è ormai ultimato da tre anni senza però essere mai entrato in funzione. In pratica la struttura, realizzata su quattro piani e che occupa una superficie di 3500 metri quadrati, potrebbe essere ceduta alla Questura di Napoli per trasferirvi il commissariato di Polizia che oggi si trova a San Giuseppe Vesuviano. "Questo stabile, ceduto a titolo gratuito dal Comune di Somma Vesuviana”, ha spiegato Sergio Scalzo, dirigente nazionale del sindaco di polizia Consap, “consentirebbe, tra l´altro, di risparmiare 80 mila euro annui destinati ora alla sede del commissariato di San Giuseppe Vesuviano, una palazzina abusiva e poi condonata che manca del certificato di agibilità statica. Ma la Questura di Napoli è a conoscenza di detti sprechi?". Scalzo ha scritto a riguardo una lettera inviata ai ministri Roberto Maroni e Renato Brunetta ed al presidente della Corte dei conti, Tullio Lazzaro La Consap, continua la nota, condividendo "pienamente la scelta politica del Governo di vigilare sugli sprechi della pubblica amministrazione e sulle sue eventuali inefficienze", fa rilevare che si potrebbe abbattere il costo annuale di 80 mila euro, spostando il commissariato da San Giuseppe Vesuviano a Somma Vesuviana, in una zona di facile transito per la vicinanza della superstrada che consentirebbe tra l´altro di arrivare rapidamente negli altri comuni di competenza territoriale."Nella sede di Somma Vesuviana”, conclude Scalzo, “si ricaverebbero circa 100 alloggi collettivi di servizio eliminando definitivamente ulteriori sperperi di danaro pubblico, dovuto alle convenzioni stipulate dalla Questura di Napoli con i vari alberghi a tre stelle della città per ospitare colleghi che si recano a Napoli in ordine pubblico e servizi fuori sede". Un’ipotesi interessante senza dubbio, ma a spiegare che la legge prevede, almeno per ora, un altro destino per quella struttura ci pensa il sindaco. “Abbiamo dato la nostra disponibilità ad ospitare il commissariato in quella sede”, chiarisce Ferdinando Allocca, “ma nel caso in cui ci venga data la possibilità di farlo. Per ora, secondo la legge, dobbiamo svolgere le pratiche utili a far diventare quello stabile una casa di riposo per anziani, e anzi siamo quasi pronti per bandire la gara di appalto per l’affidamento. Aspettiamo di sapere cosa decide in proposito il ministero, nel frattempo ritengo che entrambe le soluzioni sono utili alla nostra città. In entrambi i casi, infatti, si tratta di fornire importanti servizi ai nostri concittadini”.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.