Home > Attualità > Il fatto > Pollena Trocchia, la Pro Loco presenta: “Storia, Immagini e Sapori di (...)

Pollena Trocchia, la Pro Loco presenta: “Storia, Immagini e Sapori di Pollena Trocchia – Sagra dei Sapori Vesuviani”

venerdì 29 maggio 2009, di La redazione


La Pro Loco di Pollena Trocchia, nell’ambito del programma della attività previste per l’anno 2009, organizza nei giorni 20 e 21 giugno 2009 la manifestazione “Storia, Immagini e Sapori di Pollena Trocchia – Sagra dei Sapori Vesuviani”, che avrà sede nel Centro Polivalente “Paolino Avella” – Via Cavour – Pollena Trocchia.
L’evento si aprirà con un convegno sul tema “I prodotti tipici del Parco del Vesuvio: produzione, qualità e sviluppo economico” organizzato in collaborazione con l’Università degli Studi di Napoli “Federico II” e della Coldiretti Campania.
La domenica mattina si terrà un incontro con la musica classica, nei pressi della lapide di Donizetti, con un’esibizione di un duo Viola e Violino. La mattinata si concluderà con assaggi di prodotti tipici vesuviani.
Nella sala conferenza saranno proiettate immagini e filmati sui siti di interesse turistico ed archeologico del paese. Inoltre sarà allestita una mostra fotografica con immagini scattate da oltre 100 studenti della scuola media “R. Viviani” alla riscoperta del proprio paese..
Nelle due serate si terranno la Sagra dei Sapori Vesuviani, con l’allestimento di vari stands per la degustazione e la distribuzione di prodotti preparati con albicocche, pomodorini di Pollena, pane “cafone” e “freselle di grano”, con degustazione del vino catalanesca, nonché con la presenza di aziende agricole, enogastronomiche ed artigianali del Parco Nazionale del Vesuvio.
Le due serate infine saranno allietate da spettacoli musicali della tradizione culturale folcloristica vesuviana.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.