Home > Politica > Sant’Anastasia, Gifuni e Piccolo spiegano le ragioni del voto (...)

Sant’Anastasia, Gifuni e Piccolo spiegano le ragioni del voto contrario

venerdì 5 giugno 2009, di Gabriella Bellini


Sant’Anastasia . Il Pdl manda a casa il Pdl, riduttivo certo ma è in sintesi quello che è accaduto al Comune di Sant’Anastasia. I consiglieri Alfonso Gifuni, Vittorio Piccolo e Vincenzo Ceriello non hanno approvato il Bilancio di previsione. Spinti, secondo il sindaco Carmine Pone, dal fatto di non aver ottenuto gli incarichi ed i posti di potere che per mesi hanno richiesto. “Le dichiarazioni di Pone sono surreali”, commenta Gifuni, “La prima lettera che ho scritto per segnalare che questa amministrazione mancava di collegialità l’ho scritta due mesi dopo le elezioni, ad un anno di distanza ne ho scritta un’altra, entrambe sono rimaste senza risposta. Attribuisco al nervosismo del momento le sue dichiarazioni e quando da giurista riacquisirà l’equilibrio le rivedrà. I cittadini criticavano da tempo l’esecutivo, noi come Pdl non potevamo non prenderne atto. Le poltrone non mi sono mai interessate, anzi ho rifiutato l’incarico quando mi è stato offerto (come assessore all’Ambiente, ndr) e i due consiglieri Piccolo e Ceriello sono stati trattati in modo poco gradevole dal sindaco, eppure sarebbe stato giusto che avessero una loro rappresentanza in giunta. Ha chiamato in causa il mio abuso edilizio, eppure nella stessa zona ci sono palazzi interi costruiti abusivamente e che sono sanati di fatto perchè abitati. Ho pagato fin troppo l’errore compiuto dal mio tecnico. Ho sempre chiesto che ci fosse collegialità nelle scelte, una verifica dello stato in cui era giunta la realizzazione del nostro programma elettorale e su queste questioni che bisognava discutere”. Sulla stessa linea Piccolo. “Mai chiesto poltrone”, ha detto, “non siamo mai stati interpellati per nessuna decisione veniva presa al Comune, quasi fossimo consiglieri di minoranza, non abbiamo saputo nulla dei bandi né dei concorsi. Il sindaco ci ha fatto rimangiare la questione Cimitero e l’Amav, due battaglie che ci avevano permesso di vincere le elezioni. Sapevamo che l’unico modo per sapere cosa stava facendo l’Amministrazione era un rimpasto della giunta. Anche quando è stato costituito il Pdl Pone ha preferito riunirsi non a Sant’Anastasia non siamo stati convocati neppure in vista delle elezioni provinciali”.

Messaggi

  • Ma davvero pensate che il Popolo Vi creda? E’ vero che il Gifuni rinunziò alla carica di Assessore all’Ambiente ma soltanto perché nella sezione di A.N., allora in vita, sul marciapiede, ad alta voce si diceva: “Eleggiamolo Assessore perché dopo un mese lo costringeremo a dare le dimissioni”. Gifuni aveva nella sezione, sopratutto nei momenti cruciali, un suo uomo di fiducia che ascoltava e poi gli riferiva e, quindi, avendolo saputo, ritengo, abbia rinunziato all’incarico . Questa potrebbe essere la verità! Per quanto riguarda il Piccolo la eliminazione della fontana che era posta proprio davanti al suo esercizio in piazza .... Piccoletto, davvero il Popolo crede che non abbia portato giovamento al Piccolo? Davvero tale eliminazione era una priorità ? A proposito “ma il Piccolo paga al Comune l’occupazione suolo per avere posto ed occupato con tavoli, sedie e gazebi circa cinquanta metri quadri ed oltre”? Cosa dire del Ceriello? Il Sindaco può illustrare al Popolo che l’ha votato, i motivi dell’astio del Ceriello nei confronti della sua Giunta? Perché l’astio del Ceriello e del Beneduce, entrambi dell’UDC, nei confronti della Giunta? Il Sindaco PONE perché non riferisce al Popolo i veri motivi, se ci sono, per cui entrambi portano astio nei confronti della GIUNTA e disertano le sedute del Consiglio? Le eventuali richieste dell’UDC perché non costringono alle dimissioni l’Assessore De Simone. A proposito: ma perché e quando sono rientrate le dimissioni dell’Assessore De Simone? C’è connessione tra le dimissioni di allora dell’Assessore De Simone e l’assenza, forse per malattia immaginaria, degli attuali componenti dell’UDC? Se ci sono state pressioni verso la Giunta Pone dei Consiglieri dell’UDC, perché l’Assessore De Simone non ha rassegnato le dimiossioni il giorno prima del Consiglio Comunale?
    Sarebbe bello sapere dall’altra fonte, PONE naturalmente senz’altro attendibile, i veri motivi dell’implosione della Giunta PONE. Il POPOLO è giusto che sappia la VERITA’ in modo da poter fare una giusta scelta al momento della futura, che poi è quasi prossima, tornata elettorale per l’elezione Comunale.E visto che ci siamo e scusate se mi dilungo: l’Assessore alle Attività Produttive ha richiesto, ottenuto e poi pagato al Comune gli oneri per l’occupazione suolo di Piazza Marconi, alias piazza Piccoletto, per oltre quaranta giorni? Lo stesso Assessore ha pagato gli oneri di affissione alla Agenzia per avere occupato tutti gli spazi pubblicitari Comunali con manifesti riportanti la sua immagine? Sarebbe, anzi lo è, bello sapere queste cose così che il POPOLO possa effettivamente dire: “Questi Assessori hanno agito nel rispetto della LEGALITA’”.
    Vigile sempre attento

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.