Home > Politica > Sant’Anastasia, il sindaco resta in carica

Sant’Anastasia, il sindaco resta in carica

domenica 7 giugno 2009, di Gabriella Bellini


Sant’Anastasia. Colpo di scena al Comune. Un ritardo salva l’amministrazione comunale di centrodestra e concede al sindaco Carmine Pone altri 20 giorni per ricucire gli strappi con la parte del Pdl che ha bocciato il Bilancio. “Il Bilancio andava approvato entro il 31 maggio”, spiega il sindaco, “dopo quella data sia che non venga approvato o che l’esito sia negativo il prefetto manda una diffida che concede altri venti giorni di tempo per rivotare lo strumento contabile”. La diffida è già stata firmata da Alessandro Pansa e sarà notificata ai consiglieri comunali, molto probabilmente, già il prossimo lunedì. Adesso sta al primo cittadino tentare di “riconquistare” i voti che l’altro ieri gli erano costati la bocciatura: Alfonso Gifuni, Vittorio Piccolo e Vincenzo Ceriello (Pdl). Ma il leader del centrodestra dovrà anche chiarire il rapporto con i consiglieri dell’Udc (Mauro Beneduce e Antonio Ceriello) che all’importante seduta non si erano neanche presentati, a differenza del loro assessore Luigi De Simone che era rimasto seduto al suo posto durante tutta la travagliata assemblea consiliare. “Non posso permettere l’arrivo del commissario così a cuor leggero”, dice Pone, “credo ci siano i margini per mediare fermo restando quello che ho detto riguardo le richieste di assessorati e sottogoverno che mi sono arrivate finora (riferendosi alle dichiarazioni che aveva rilasciato il giorno prima riguardo i consiglieri che hanno bocciato il Bilancio, ndr) in politica mai dire mai. Le richieste possono anche essere considerate legittime, ma vanno collocate in un contesto politico e programmatico, non ho condiviso il modo con cui invece sono state effettuate. Lo stesso coordinatore regionale del Pdl, Nicola Cosentino mi ha chiamato per chiedermi se ci sono margini per recuperare il rapporto con gli altri esponenti del partito e gli ho risposto di si. Sono aperto alle soluzioni che diano priorità alla politica ed al programma, per il bene comune e per il rispetto dovuto agli elettori. Ciò mi spinge a continuare a lavorare e a cercare di trovare, nelle sedi politiche opportune, le giuste motivazioni e condivisioni per garantire il governo alla città”. Rimandato di venti giorni quindi il destino del Comune anastasiano, solo alla fine di giugno si potrà sapere se il Pdl è stato in grado di riassestare gli equilibri interni e arriverà di conseguenza il voto favorevole sul Bilancio.

Messaggi

  • ma che stiamo scherzando??? fino a prova contraria, e penso che non ci sono prove contrarie, il consiglio comunale ha bocciato il bilancio e secondo le norme vigenti in questo paese, Testo Unico sugli enti locali, il prefetto è obbligato a nominare un commissario. poi nel merito della seduta ci sono state due votazioni, una è quella sul programma triennale delle opere pubbliche, documento necessario per la successiva votazione sul bilancio e questo atto è stato bocciato, poi i consiglieri hanno votato sul documento del bilancio e anche quest’ultimo bocciato e allora di cosa parliamo? vi è qualcosa d’altro che bolle in pentola? che si nasconde dietro le dichiarazioni di Pone??? e i consiglieri comunali che hanno votato contro i documnenti presentati che fanno??? ne va della loro serietà.

  • E’ un vizio di forma, nulla di clamoroso. Le decisioni sono state già prese. Si voterà con molte probabilità a novembre o nella peggiore delle ipotesi in primavera.

    • Che figura di .... se ci dovesse essere il ricompattamento. Sarebbe in questi casi evidente che qualcosa di gravissimo sia successo all’interno della maggioranza e dell’opposizione.Avrebbe allora ragione Vigile attento per tutto quanto già riportò in altri interventi! Io voglio ancora credere nella ONESTA’ interiore del Sindaco PONE! Le elezioni ora sono finite ed è opportuno che anche il Vice Sindaco Paolo Esposito svisceri tutto quello che avrebbe voluto dire in Consiglio Comunale contro il Gifuni Alfonso e che si riservò di riportare ad elezioni ultimate. Vigile sempre attento

    • E’ ovvio che resta in carica! la riunione del consiglio comunale era illeggittima in quanto non è possibile convocare legittimamente il Consiglio una volta scaduti i termini stabiliti dalla legge. Lo può fare solo il Prefetto attraverso la diffida. Nessun timore però se sono rose fioriranno nel senso che se Sant’Anastasia vuole il commissario prefettizio basta votare contro o non votare nei venti giorni assegnati. Vinca anche in questo il Buon Senso di chi è stato votato dal Popolo ed in quanto tale giudicato per le sue scelte dal Popolo.
      Un cittadino che ama la propria città

    • mettiamo un po le cose in chiaro. Pone è vero che è stato eletto dai cittadini ma in un ballottaggio a discapito del candidato del centro sinistra, però il "popolo" si è anche espresso sui componenti del Consiglio Comunale dando la maggioranza del consiglio comunale al centro sinistra, poi nel corso dei tempi qalcuno ha saltato l’asticella e si è schierato con Pone (fatti suoi che deve vedersela con gli elettori) e questa è un’altra cosa. ora, se a Sant’Anastasia vige un’altra legge sull’approvazione del bilancio non ho capito quale norma sia. il Consiglio Comunale è sovrano sugli atti presentati nel consenso, il Prefetto non può intervenire per niente su degli atti BOCCIATI dallo stesso Consiglio, se poi ci si vuole aggrappare sugli specchi..... affermando che bisognava che il Prefetto, con la diffida fatta ai consiglieri comunali convocasse il consiglio per discutere il bilancio va bene, ma la stessa diffida era stata fatta perchè la scadenza del 31 maggio per la discussione era stata indicata in apposito decreto del governo. e che ci "azzecca" come dice qualcuno? chiedo: si è andati in consiglio comunale con all’ordine del giorno il bilancio? e i Consiglieri che hanno fatto? hanno discusso e bocciato il documento è vero o non e vero? e se è vero il Prefetto che ci "azzecca"? non è che chi scrive è contro o a favore di questa maggioranza o piuttosto con l’altra parte, però in questa Italia che tutto si aggiusta a momenti non va proprio, bisogna dare degli esempi alle nuove generazioni che tutto è legale e non approfittare di un "errore giuridico" (poi voglio vcedere dove sta) per tornare tutto come prima. NO non è giusto. non è giusto! primo per il Sindaco poi per i cittadini. quindi ritorniamo alle urne potrebbe darsi che il sindaco uscente si faccia forte di una nuova maggioranza più coesa e più seria per poter amministrare questo paese che ne ha tanto bisogno.

    • è solo una questione di leggi che noi comuni cittadini a volte non sappiamo leggere. Il sindaco rimane perchè non si poteva celebrare il consiglio con all’ordine l’approvazione del bilancio senza la diffida del prefetto. Invece si è deciso di convocarlo commettendo un atto non previsto dalla legge. ecco perchè l’amministrazione è ancora in carica. Ma se i consiglieri dissidenti sono di parola comunque l’amministrazione Pone si scioglie!! All Right ???

  • non ho capito,perchè i consiglieri non si dimettono contestualmente e danno il ko a questa che insieme a quella di Somma è la peggiore d’italia., a meno che non abbiano stabilito un prezzo,e allora viva il re.

    • ELETTORI ED ELETTRICE DI SANT’ANASTASIA FINO ADESSO NON SONO INTERVENUTO IN QUESTA DISCUSSIONE,ESSENDO DI PARTE,MA LE PAROLE DI QUEST’ULTIMO INTERVENTO MI DICONO CHE COSI’DEVE ESSERE.
      SE COME SI DICE CHE IL PREFETTO ABBIA DATO VENTI GIORNI ANCORA,SE PURE FOSSE CHI RIMETTEREBBE LA FACCIA IL SINDACO O I CONSIGLIERI?
      INVITO PERTANTO SIA I MIEI CONSIGLIERI DI CENTRO SINISTRA CHE I DISSIDENTI DEL CENTRODESTRA A RASSEGNARE LE DIMISSIONI,COSI’ SI FINISCONO LE DISCUSSIONI.
      SANT’ANASTASIA HA BISOGNO DI UN GOVERNO STABILE E SERIO.

      FRANCO CASAGRANDE

    • Ma il ViceSindaco Esposito non aveva da dire qualcosa al Consigliere e Vice Presidente del Consiglio Alfonso Gifuni? Ora che le elezioni sono finite, Chi e cosa aspetta il Vice Sindaco P. Esposito a spifferare tutto ciò che Alfonso Gifuni richiese in Sua presenza nelle stanze di comando? Era presente anche il Consigliere Piccolo a quelle riunioni se, in Consiglio Comunale, il Vice Sindaco Esposito, tacciando di bugiardo il Consigliere Gifuni, richiese al Piccolo la testimonianza delle sue asserzioni? Noi restiamo in attesa di sapere finalmente quanto ci fu promesso in Consiglio. Vigile attento

  • Carissimi intervenuti, la questione in oggetto è stata travisata e come spesso accade alla fine viene fuori una gran confusione. Il Prefetto, viste le modalità della bocciatura, ha deciso di prolungare a 20 giorni la fase di transizione pre-commissariamento, qualora, poi, in questo lasso di tempo sorgessero le condizione per ricompattare la Giunta e continuare il mandato questo è tutto da verificare. Intanto, ascoltando le dichiarazioni dei protagonisti, le posizioni sembrano lontane e l’eventualità di un ricompattamento sembra al quanto lontana. Questo, oltre tutto, è risultato, agli occhi dei cittadini, un fatto politico rilevante e non passeranno inosservate le azioni ambigue dei governanti che ci rappresentano. Se mai si trovasse un accordo poco chiaro tra le parti, allora proprio in quel momento, noi cittadini anastasiani, dovremmo finalmente diventare protagonisti del nostro futuro e portare il nostro dissenso fino a Palazzo Siano.

    • CARI ANASTASIANI SE CI SARA’UN RIPENSAMENTO DA PARTE DI QUESTI SIGNORI SCENDIAMO NOI IN PIAZZA MANDIAMOLI NOI A CASA QUESTI NON SONO DEGNI DI RAPPRESENTARCI,UN EVENTUALE ACCORDO E’ SOLAMENTE PER INTERESSI PERSONALI NON PER IL BENE DEL PAESE.
      AVETE TOPPATO ANDATE A CASA,SINDACO SE TIENI DIGNITA’ RASSEGNI LE DIMMISSIONI SOLO COSI’ PUOI SALVARTI UN PO’

    • E’ arrivata la diffida del Prefetto.
      Si dice che sia dovere del Sindaco Carmine Pone ricucire gli strappi e, come disposto dai Decreti Legislativi 267/00 e 154/08 convertito in legge 189/08, “privilegiare la possibile sopravvivenza dell’organo democraticamente eletto”. Si vocifera, lo dice la gente, che cadano le teste di A.D.P. per fare spazio a T.S.- (rientrerebbe così la protesta del Consigliere Piccolo), la testa di A.C. per fare posto alla Dottoressa I. (rientrerebbero le proteste dell’U.D.C.) e la testa dell’Assessore P.C. per fare posto a persona di A.G.(rientrerebbe così la protesta di A.G.).Vi piacerebbero queste sostituzioni? Chi vivrà vedrà. Io sono fermamente convinto che la mancata approvazione del bilancio dovredde portare senza alcun dubbio all’avvio della procedura di scioglimento del consiglio ed alla nomina di un Commissario in sostituzione della Civica Amministrazione. Bene hanno fatto i Compagni del P.D. a non ritirare la diffida del Prefetto, come riportato ad altra parte. Vigile attento

    • Continua il silenzio di Paolo Esposito su Alfonso Gifuni. Non erano vere , quindi, le affermazioni fatte in Consiglio Comunale? Fu una boutade elettorale? Se vero, il popolo ancora una volta c’è cascato dando all’Esposito, per le Provinciali, un numero notevole di preferenze. Cosa dire del Miniero? Normalmente chi perde in una competizione rassegna le dimissioni. Il Miniero, dalla consultazione, è uscito vincente o perdente? Se perdente perché non ha rassegnato le dimissioni? Se perdente perché non richiedere le dimissioni? Ha tolto, partecipando per la lista Cesaro Presidente, voti al PdL ed a Caprioli di Pomigliano. Nessuno del PdL chiede le dimissioni del Miniero? Temono, ed il Sindaco Pone in prima persona, che dalle dimissioni del Miniero, escano dal Consiglio anche i Consiglieri Manfellotto e Marciano sostenitori del Miniero? Si aggraverebbe la crisi già in atto? Non sarebbe questo un atto di coraggio del PdL e del Sindaco Pone? Si vocifera, sempre il Popolo che lo dice, che l’uomo nominato dal Gifuni ad Assessore al posto di P.C. sia un certo P.A. Sarà vero? Si vocifera anche che un dirigente di A.N.( o è meglio dire ex) abbia inviato un messaggio via S.M.S. di contestazione alla Giunta Pone. Faida all’interno della nuova PdL? Chi vivrà vedrà. Vigile attento

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.