Home > Politica > Litorale flregreo, Cesaro convoca sindaci e associazioni ambientaliste e di (...)

Litorale flregreo, Cesaro convoca sindaci e associazioni ambientaliste e di categoria

martedì 23 giugno 2009


NAPOLI. “La vergognosa situazione che si è venuta a creare sul litorale domizio-flegreo, a causa della cattiva gestione dei depuratori, non è degna di un paese civile”. Lo afferma il presidente della Provincia di Napoli, Luigi Cesaro, che ha manifestato l’intenzione di incontrare, già a partire dai prossimi giorni, i sindaci dei Comuni di Bacoli, Monte di Procida, Pozzuoli e Giugliano, e i rappresentanti dei balneari e delle associazioni ambientaliste. “La ben nota condizione di degrado ambientale, associata alla notizia del recente sversamento in mare di decine di milioni di tonnellate di liquami fognari, ha generato una situazione non più tollerabile per una parte del nostro litorale. A rischio – spiega il parlamentare - non c’è solo l’immagine della provincia di Napoli, ma il destino stesso di una parte dell’economia della Campania, che nello sviluppo della fascia costiera domizio-flegrea ha investito progetti e capitali. Il ripristino delle condizioni minime di vivibilità, attraverso la messa in attività e sicurezza degli impianti di depurazione, non è più procrastinabile nel tempo. Anche perché la stagione estiva, dove non è già stata pregiudicata, rischia seriamente di esserlo”. “A questo scopo – conclude Cesaro – ho ritenuto urgente dare disposizioni per la convocazione, presso la sede della Provincia, dei sindaci e delle associazioni interessate, con i quali elaborare una strategia utile a evitare che una serie di disservizi siano causa di una catastrofe ambientale ed economica”.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.