Home > Attualità > Giannone (Fiat): "Marco Rizzo siamo con te"

Giannone (Fiat): "Marco Rizzo siamo con te"

venerdì 26 giugno 2009


Da Gerardo Giannone, ex segretario della sezione di fabbrica PdCI e attuale responsabile del Cantiere Comunista Fiat, riceviamo un intervento in merito all’espulsione di Marco Rizzo dal PdCI.
che pubblichiamo di seguito.

"Espulsione", scrive Giannone, "che è avvenuta per aver chiesto al segretario nazionale, Diliberto, di dimettersi sia per le tre sconfitte elettorali di seguito sia perchè lo stesso ha continue frequentazioni in incontri pubblici con esponenti iscritti alla P2".
"Sono vicino a Marco Rizzo in questo momento e aggiungo che questa classe dirigente ormai ha fatto il suo tempo.
Ritengo di aver fatto bene lasciare il PdCI ad inizio anno considerando che la classe operaia di Pomigliano è stata epurata da tutti gli organismi dirigenti.
Quando si perde per tre volte consecutive non si può rimanere al comando bisogna lasciare spazio.
Rizzo è venuto a Pomigliano quando nessuno voleva venire, e parlo del febbraio 2008, quando c’era casino con i corsi e quando c’è stata la costituzione del Polo Logistico di Nola.
Lui ha fatto, come unico parlamentare di Sinistra, ben 2 interrogazioni parlamentari inerenti alla situazione dello stabilimento di Pomigliano.
L’unico che non si é candidato nel 2006 nel 2008 e nel 2009.
Io stesso già ero a conoscenza di ciò che Rizzo ha dichiarato oggi, infatti ricordo che nel gennaio del 2005 alla presentazione dell’IRI campano avvenuta nella sede di Roma della Regione Campania erano presenti oltre al sottoscritto, anche Diliberto e questo signore della Confindustria con tessera della P2.
All’epoca chiesi spiegazioni, ma, siccome ero ancora acerbo di partito le mie domande furono lasciate in sospeso. Oggi alla luce di quanto è avvenuto è chiaro che serve una costruzione della SINISTRA POPOLARE che realmente parta dal basso, le ultime elezioni europee hanno dimostrato che la Casta tende a riprodursi e a diffendere il suo potere decisonale, basta vedere la composizioni delle liste per il Parlamento europeo le quali sono stata da me pubblicamente criticate.
Ora è tempo di nuove facce e sopprattutto di facce pulite, la Sinistra ha bisogno di verità e non si può andare avanti con chi ha campicchiato negli ultimi 10 anni con il 2%.
Bravo Rizzo, io e penso molti operai ti siamo vicini".

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.