Home > Attualità > Somma, una lotteria per salvare Santa Maria del Pozzo

Somma, una lotteria per salvare Santa Maria del Pozzo

martedì 30 giugno 2009, di Gabriella Bellini


Somma Vesuviana. Una lotteria per restaurare una parte del complesso monumentale di Santa Maria del Pozzo. L’idea originale è venuta al direttore culturale della struttura, Emanuele Coppola. Da ieri sono in vendita i biglietti della lotteria, abbinati alla vincita di una Peugeot 206 Plus, che permetteranno di raccogliere (se saranno venduti tutti) 51mila euro. “Ancora pochi”, come ha spiegato lo stesso Coppola, nel corso della serata di Galà organizzata nella chiesa per presentare l’iniziativa. “Ogni biglietto costerà 10 euro”, ha aggiunto, “6 saranno per la lotteria, 4 una donazione, per un totale di 81mila euro. Anche se per i lavori strutturali ne servirebbero almeno 130mila. L’estrazione è fissata per la Pasqua del 2010 punto ala generosità dei nostri concittadini”. Il complesso monumentale è uno dei più importanti beni culturali ed architettonici della città. Nelle sue cripte segni della civiltà bizantina, e affreschi (quasi del tutto rovinati dal tempo ormai) di un valore notevole. Nel corso della serata è stato battuto all’asta un quadro che raffigura proprio la chiesa del 1300, firmato dal maestro Claudio Scarano. Ad aggiudicarselo per mille euro (ma secondo gli organizzatori il valore di mercato è del doppio) è stata Elisabetta Piccolo, moglie del presidente del consiglio comunale. Un gesto importante che ha aperto la strada ad altre donazioni. “E’ importante l’attenzione che i sommesi hanno dimostrato nei confronti di Santa Maria del Pozzo”, afferma il sindaco Ferdinando Allocca, “Una delle bellezze che racconta la storia più antica della nostra città. Sono stato dal presidente della Provincia, Luigi Cesaro, proprio per chiedergli un aiuto concreto per questo stupendo monumento, non conosceva il complesso e mi ha promesso che una di queste sere sarà mio ospite e verrà a visitare la struttura. Il Parco nazionale del Vesuvio ha circa 80milioni di euro che può destinare a restauri come il nostro, Cesaro mi ha detto che la Provincia, come componente del direttivo del Parco, si impegnerà per fare arrivare una parte di questi fondi anche a Somma Vesuviana, così potremo avviare il restauro”. Entusiasta lo stesso Coppola. "Sono soddisfatto per la massiccia partecipazione", ha aggiunto il direttore, "segno che quanto stiamo facendo è appezzato e sostenuto dall’intera comunità sommese e questo mi incoraggia a fare sempre meglio e di più per il nostro paese.
questo è solo il primo di una serie di eventi che mi auguro vedranno anche la partecipazione degli assessori e dirigenti preposti alla tutela del patrimonio storico, artistico ed architettonico, orgoglio di quanti lo vivono e lo conoscono".

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.