Home > Appuntamenti > Aestetica, torna il Salone del Wellness a Napoli

Aestetica, torna il Salone del Wellness a Napoli

venerdì 21 settembre 2007


NAPOLI - Giunge all’undicesima edizione Aestetica, la fiera del benessere e della bellezza consueto appuntamento partenopeo presso i saloni della Mostra D’Oltremare.

Si svolgerà in tre giorni, l’evento espositivo, organizzato da Eventi Italia e Fiere di Parma, che è divenuto oramai uno dei pochi appuntamenti d’Italia spiccatamente business to business, dedicato cioè ad un pubblico specializzato di professionisti della bellezza e del benessere.
I prossimi 10-11-12 novembre oltre 240 aziende parteciperanno all’evento esponendo oltre 400 marchi tra i più prestigiosi ed affermati del panorama internazionale per quel che concerne i settori Beauty, Hair e Wellness. Per l’edizione 2007 saranno davvero tante le novità presentate a cominciare dall’acquisizione di una nuova area portando così a un notevole ampliamento della superficie netta espositiva. «Tale necessità di aumentare i metri quadri, è nata dalle numerose richieste da parte di nuove aziende che hanno visto in Aestetica uno strumento di comunicazione efficace ed importante» precisa Eventi Italia. Una fiera tecnica il cui compito è quello di trasmettere valore a prodotti destinati a centri benessere ed estetici, non ai canali di distribuzione tradizionali (GDO, farmacie e profumerie) e che sta diventando un fenomeno di costume, un appuntamento irrinunciabile per quanti vogliano conoscere le tendenze e i trend di un mercato in continua crescita. Ovviamente accanto ai momenti squisitamente di intrattenimeto organizzati presso ogni stand da isingoli espositori, ci saranno come di consueto gli appuntamenti formativi e di aggiornamento che faranno da corollario per tutta la durata della kermesse.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.