Home > Politica > Somma Vesuviana, diventano un giallo le dimissioni di Antonio (...)

Somma Vesuviana, diventano un giallo le dimissioni di Antonio Parisi

lunedì 13 luglio 2009, di La redazione


Ufficilmente la sua posizione resta "Congelata" anche se la lettera con le dimissioni è partita. Alla base del gesto ci sarebbero motivazioni squisitamente politiche. Intanto il sindaco Alloca ha dichiarato:"E’ una faccenda che ignoro".

Somma Vesuviana. Hanno assunto i contorni del thriller le dimissioni del consigliere di maggioranza Antonio Parisi eletto nelle nella "Lista Civica del Cuore" e passato successivamente nelle fila del Pdl. Il consigliere in questione aveva dichiarato, nella serata di ieri, di “Aver inviato una lettera di dimissioni dal ruolo di consigliere comunale per motivi squisitamente politici”.Anche se poi lui stesso aveva chiarito che la sua posizione politico-amministrativa era “Congelata”. Non solo. Questa mattina per le strade di Somma Vesuviana è rimbalzata la notizia che, ad accompagnarlo nelle dimissioni, sarebbero stati altri due componenti della maggioranza: Mariano Allocca e Mauro Polliere, entrambi del Pdl. Notizia poi prontamente smentita. Inoltre della stessa lettera di dimissioni , che per avere valenza deve essere protocollato presso l’apposito ufficio che si trova al piano terra di Palazzo Torino, non ci sarebbe alcuna traccia. Su questa vicenda è intervenuto anche il primo cittadino sommese Raffaele Allocca il quale ha prontamente dichiarato di “Non saper assolutamente nulla di questa vicenda e di apprendere la notizia dalla stampa”. Per il momento tutto tace anche perché lo stesso Parisi, eletto appena un fa con 416 voti, risulta irrintracciabile. A questo solo lui potrebbe far chiarezza su questa storia.

Messaggi

  • Ma come l’amico INTIMO del "PAPI" LOCALE si dimette. Si volevano così bene con FERDY. C’è QUALCOSA CHE NON é ANDATA di TRAVERSO A PAPI o AL PARISI?

    Attendere prego L’UTENTE dimesso è momentaniamente in RITIRO SPIRITUALE. Come al solito in questo PAESE di FARSE come queste già ne abbiamo viste tante.
    Dico io per DIVENTARE UNA STAR di questo paese il PARISI non poteva fare IL SALTO della QUAGLIA al contraio.
    Tanto nel TEATRO POLITICO SOMMESE tutto è concesso.

    • se fossero confermate sarebbe molto imbarazzante per l’attuale sindaco!!!
      attendiamo conferme.....

    • SOLITA BUFALA ALLA SOMMESE MESSA IN GIRO DA QUALCHE PSEUDO POLITICO DI MAGGIORANZA SENZA UNA FONTE CERTA.
      GIURIDICAMENTE CHIUDIAMO LA VICENDA:

      IL FATTO NON SUSSISTE, ed IL GIALLO SI CHIUDE.

      PECCATO PER LA CANTONATA.

    • Cara iena nessuna bufala.
      La notizia delle dimissioni di Parisi era stata confermata dal diretto interessato nella serata di domenica. Poi, però, oggi è stato impossibile reperire al protocollo del Comune la lettera in questione. Allo stesso modo è stato impossibile rintracciare il consigliere Parisi. In aggiunta, questa mattina si era diffusa la notizia delle dimissioni di altri due consiglieri, Allocca e Polliere. Queste, si, prontamente smentite. Adesso il giallo sta nel capire cosa spinga un consigliere a dire che abbia lasciato l’incarico che gli hanno affidato gli elettori e poi cambiare idea.
      L’unica cosa che mi rammarica è quella di vivere in una cittadina in cui non esiste la libertà d’informazione. Per il solo motivo oggi di aver raccontato questo singolare risvolto della vita politica locale abbiamo ricevuto la "minaccia" di una querela. Da persone che stimiamo e dalle quali, dunque, questo gesto ci ha assai meravigliato. Però vogliamo ricordare a questi onorevoli signori che in quanto consiglieri comunali sono personaggi pubblici e quindi quello che fanno (o in questo caso non fanno) è di pubblico interesse e come tale va riportato dalla stampa. Che peccato, le ripeto, dovermi rendere conto che scrivere di politica a Somma è peggio che scrivere di criminalità.
      Se querela ci dovrà essere l’aspettiamo, saranno i giudici a decidere se quello che scriviamo è vero, verificato, e di pubblico interesse oppure no.

    • Carissima direttrice il coraggio di un un giornalista consiste nel firmare l’articolo, ma ha quando vedo i suoi collaboratori non hanno ne la forza, ne il coraggio per farlo.
      Lei può insegnarmi che le notizie prima di essere trascritte devono essere verificate da varie fonti,inoltre devono essere scritte con serenità e obbiettività,non con il rancore personale verso una parte politica vincente sul territorio.
      Tanto le dovevo
      Saluti

    • Gentile lettore, solo per una questione puramente tecnica l’articolo risulta non firmato. Ma l’autore è noto, ha chiamato le fonti che vengono citate nell’articolo presentandosi con nome e cognome. Ai componenti della redazione de La Provinciaonline il coraggio non è mai mancato, anzi. Ci è capitato di pagare a caro prezzo la nostra continua ricerca della verità. Le assicuro che le nostre notizie vengono scritte con "serenità e obiettività", purtroppo però in molti vivono legati ai loro pregiudizi e quando non si è stampa "asservita" al potere allora non si è equi nello scrivere e, soprattutto, ciò che si scrive è dettato dal "rancore personale". Le posso assicurare che questo non è vero. Ciò che ci sta a cuore sono soltanto gli interessi dei cittadini, e soltanto quelli cerchiamo di tutelare.
      Tanto le dovevo

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.