Home > Politica > Sant’Anastasia, il sindaco si è dimesso

Sant’Anastasia, il sindaco si è dimesso

martedì 14 luglio 2009, di Gabriella Bellini


Sant’Anastasia. Una notizia giunta come una doccia fredda: il sindaco Carmine Pone si è dimesso. La decisione dell’esponente del Pdl questa mattina dopo un episodio che ha coinvolto un altro assessore dello stesso partito. "Mi sono dimesso perchè è accaduto un fatto increscioso", ha detto Pone, "il primo segnale evidente di chi ha dettato la nuova giunta, l’esecutivo non risponde al sindaco, ma procede per i fatti suoi. L’ultimo atto di una crisi che va avanti ormai da mesi, e questo è l’epilogo che era evidente". Pochi giorni fa il sindaco aveva nominato la nuova giunta, un esecutivo monco che si era fermato a cinque assessori, con quattro conferme ed una sola new entry: Antonio Sbrescia. Un record il suo, è rimasto in carica soltanto cinque giorni.

Messaggi

    • Tutto è finito. Hanno perso anche l’onore. Vacca pezzata

    • I tessitori della politica anastasiana, GIFUNI E MINIERO, coadiuvati dalla mente pensante di AN, escono sonoramente battuti.La spartizione ha riguardato all’inizio della legislatura Esposito, quindi a due anni di distanza anche Manfellotto e Marciano ai quali si sono aggregati Ceriello e Piccolo per imporre l’assessore Sbrescia. Povero Di Perna, che comunque si merita la fuoriuscita dalla Giunta, perché alle ultime elezioni provinciali si è aggregato al carro del Miniero dimenticando che il suo tutor era il Pone. Bravo l’Arch. Pappadia che ha firmato le demolizioni di circa 150 costruzioni abusive. A quando l’ordine di abbattimento delle costruzioni abusive della Giordano, ex consigliere, in pieno parco Vesuvio? Quando la Giordano, ex consigliere, restituirà l’alveo borbonico del quale s’è impossessato? Avanti Arch. Pappadia, il Popolo è con Te.Continua con gli ordini di abbattimento.
      Per ritornare al Pone: ha impiegato oltre due anni per accorgersi che la sua coalizione gli remava contro? Non ha ancora capito, il Pone, che Beneduce, ora dell’UDC , è una spina nel suo fianco?
      Il Pone si appresti alle nuove elezioni facendo fuori tutta la vecchia nomenclatura del Polo della Libertà. Metta fuori del suo partito quelli, assessori e consiglieri, che l’hanno costretto a dimettersi e si liberi dei lacciuli della vecchia A.N. che di politica ha ben poco.Si liberi dei diavoli. Costruisca un suo partito con giovani volenterosi e non bramosi e famelici. Vacca pezzata

    • Ma se l’ex Consigliere Giordano veramente ha costruito abusivamente un fabbricato nel parco Vesuvio e, se veramente si è impossessata dell’alveo borbonico , perché il Comune non ha ordinato l’abbattimento? Perché il Comune non ha seguito per la Giordano lo stesso iter che ha messo in essere per i Gifuno? Chi è stato il progettista e direttore dei lavori di tali manufatti? Il solito Geom. Giordano che ora siede nel consiglio comunale? Perché l’Arch. Pappadia non ordina l’abbattimento di questi manufatti? Perché l’ex consigliere Giordano militava nel centrosinistra? Perché, se ci sono i presupposti, non si comunica tutto alla Magistratura? Perché, se la Magistratura è a conoscenza, non interveniene per Legge? Perché il Comune non delibera l’abbattimento o ne requisisce il manufatto? Arch. Pappadia ci risponde? Sarebbe bello per la cittadinanza tutta, avere risposte alle domande. Vigile attento

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.