Home > Politica > Il sindaco Pone: "Mi sono dimesso per un fatto increscioso"

Il sindaco Pone: "Mi sono dimesso per un fatto increscioso"

mercoledì 15 luglio 2009, di Gabriella Bellini


Sant’Anastasia. "Mi sono dimesso perchè è accaduto un fatto increscioso". Così il sindaco Carmine Pone ha spiegato le sue dimissioni. "Il primo segnale evidente di chi mi ha dettato la nuova giunta, l’esecutivo non risponde al sindaco, ma procede per i fatti suoi. L’ultimo atto di una crisi che va avanti ormai da mesi e questo è l’epilogo che era evidente". Pochi giorni fa il sindaco dopo una crisi che era sfociata nella bocciatura del Bilancio (in prima battuta) aveva nominato la nuova giunta, un esecutivo monco che si era fermato a cinque assessori, con quattro conferme ed una sola new entry: Antonio Sbrescia. Un record il suo, è rimasto in carica soltanto cinque giorni se si considera quanto poco valga un esecutivo senza il suo principale protagonista, che ha comunque venti giorni di tempo per ripensarci. L’episodio increscioso, cui fa riferimento Pone, riguarda l’assegnazione dell’incarico per redigere il Piano urbanistico comunale. “Era in corso una gara per assegnare la redazione del Puc”, ha spiegato, “quando l’assessore al ramo, Pasquale Miniero, ha chiesto al funzionario incaricato di bloccare tutto. Non ne sapevo nulla, il dirigente mi ha informato e gli ho detto di procedere. A quel punto uno dei commissari si è allontanato dalla sede della gara e non è stato possibile proseguire. Per una cosa del genere non potevo restare al mio posto. Non vedo margini di recupero, non è possibile che un sindaco debba operare sotto tutela. Dopo che ho chiesto all’assessore spiegazioni per quello che era successo, ma queste non sono state soddisfacenti e mi sono dimesso. Su cose simili non si può transigere. Finora non c’erano stati segnali concreti di questa situazione per giustificare una decisione così forte come le mie dimissioni, ora non posso sorvolare. Si è dimostrato quello che dicevo, che la crisi era dettata da una questione di potere e interessi di bottega. Cosa che avevo già denunciato per evitare che certe logiche prendessero corpo e poi prevalessero. Io non ho voluto contaminazioni per il mio progetto, altrimenti saremmo andati avanti. Invece hanno utilizzato la giunta come grimaldello per stravolgere il mio progetto amministrativo, ma la gente ha votato me non potevo venire meno ai miei impegni”. E possibile, dunque, che queste dimissioni vengano revocate? “Nella mediazioni ci si incontra a metà”, aggiunge, “ma non credo che sarà possibile, parliamo due lingue diverse”. Nel pomeriggio anche l’assessore Miniero ha presentato le sue dimissioni, facendo sapere di non voler commentare, ma “di essere stanco di tante sciocchezze e di avere voglia di occuparsi solo del sociale”. Sempre per ieri, era fissata una riunione dell’esecutivo nel corso del quale si sarebbe dovuto decidere di prorogare il contratto di lavoro di sei motociclisti della Polizia municipale, che avrebbe permesso agli agenti di restare in servizio per altri quattro mesi di lavoro a tempo parziale. “Nei prossimi giorni terrò meno sedute di giunta possibili”, ha concluso Pone, “per cercare di mettere a posto alcune situazioni, riguardo la delibera dei vigili urbani però c’è qualcosa da rivedere”. Una crisi che difficilmente il centrodestra anastasiano riuscirà a ricucire.

Messaggi

    • Domattina, si vocifera per il paese, il Sindaco chiederà scusa accampando che i giornalisti hanno frainteso i suoi pensieri. Se veramente lo farà dovrà poi pure spiegare che le sue frasi virgolettate riportate sono false e che perciò querelerà di falso i giornalisti. Se chiederà scusa e non farà seguire querele mi auguro che i giornalisti riportino al Procuratore Capo del Tribunale di Nola tutte le testate e le tante frasi dette dalle parti perché ritengo che in quanto da essi riportato Vi possa essere qualcosa di molto grave e che comunque lede la dignità dei Cittadini anastasiani. A tale scopo mi auguro che la Magistratura ponga sotto sequestro anche i nastri registrati delle varie sedute del Consiglio Comunale per indagare se ricorrano estremi per perseguire penalmente eventualmente sia i consiglieri che gli assessori.
      Vigile sempre attento

    • Ci tengo a chiarire la questione delle smentite.
      Il sindaco oggi ha inviato un comunicato che è il seguente:
      “Le mie dichiarazioni del 15 luglio hanno un profilo esclusivamente politico
      e non tutti i media ne hanno colto il significato, né hanno riportato
      fedelmente il mio pensiero. Da quando sono Sindaco ho sempre tenuto fede
      all’impegno preso nel 2007 con gli elettori e con l’intero consiglio
      comunale. Comprendo che forti segnali politici non sempre vengono
      correttamente interpretati, anzi spesso fraintesi. Giammai ho messo in
      discussione le qualità morali dei miei assessori, dei quali conosco
      l’assoluta onestà e la piena dedizione al bene del paese”.
      Appunto, non tutti i media, ed infatti il sindaco interpellato a riguardo ha specificato che intendeva un solo quotidiano. Ed infatti nell’articolo scritto da questa testata non si fa nessun riferimento alle qualità morali di Miniero, tant’è che l’assessore ha inviato anche lui un comunicato e fa riferimento a dichiarazioni che non sono quelle riportate da questa testata. A questo punto se scuse pubbliche ci dovranno essere non riguardano quello che abbiamo scritto.

    • Bene fa Gabriella a chiarire e riportare interamente la nota stampa pervenuta a tutte le testate dal Comune.
      Da precisare anche che, alla richiesta di dettagliare ulteriormente quali sarebbero stati i presunti fraintendimenti di "alcuni" media, il sindaco Pone ha onestamente risposto che questi non riguardavano nè me (dunque Il Mattino), né questa testata, tantomeno Metropolis e quindi Gabriella. Quindi, senza polemiche, sarebbe bene ricordare che esiste una legge per la quale chi si sente leso da un articolo giornalistico può chiedere la rettifica alla testata che l’ha pubblicato. Senza bisogno di generalizzare e coinvolgere tutta la stampa locale tacciandola di fraintendimenti come è stato fatto. Anche perchè chi fa questo mestiere da molti anni è avvezzo a riportare alla lettera le dichiarazioni. Per quanto mi riguarda, e so che vale anche per Gabriella, spesso addirittura "punteggiamo" a seconda delle pause fatte dell’interlocutore utilizzandone i modi di dire caratteristici per rendere meglio il senso e il tono. Quindi...se fraintendimenti vi sono stati, si chieda la rettifica a chi ha frainteso.

    • Ecco, Daniela ha specificato meglio ancora quello che volevo dire. Ci rendiamo conto che in queste ore stanno volando parole grosse nel centrodestra anastasiano, ma incolpare i "media" in modo generico non è un bene. A questo punto sappiamo che i responsabili non sono nè Metropolis, nè Il Mattino, ma un altro quotidiano. A quel quotidiano andava chiesta una smentita, senza coinvolgere tutti. Se si crede che screditando i giornalisti, che fanno seriamente il loro mestiere, si possa rimediare ad una grave crisi politica siamo arrivati davvero alla frutta.

  • ha fatto benissimo, hai rotto le uova nel paniere a sbrescia e piccolo. dimenticavo: assessore sbrescia hai speso + di spumante di quanto hai guadagnato, ma forse alle elementari ti è morta la maestra di matematica? grande carmine... l’unico errore non averlo fatto prima. Non perdere Armando che è l’unico onesto lavoratore di oggi

    • Esimia Giornalista, le dichiarazioni del Sindaco a Voi rese le ritengo di una gravità enorme. Se vere, e non credo meritino smentite di falsi a Voi imputabili, ritengo debbano approdare alle scrivanie dei Giudici inquirenti. Non perché mi piace adire la Magistratura ma perché gli eletti del Popolo paghino veramente e di persona se estremi gravi rilevabili ci sono nelle frasi a Voi date e dalle testate trasmesse. Cordialmente ing. Merone , Presidente La Destra , sezione di S.Anastasia

  • A NOME D TUTTI I CITTADINI ANASTASIANI:
    "VOGLIAMO VOLTI NUOVI CON IDEE CONCRETE E METE RAGGIUNGIBILI".
    FINO AD OGGI CI AVETE FORNITO SOLO MENZOGNE, CHIACCHIERE, E PIAZZATE DA COMARI.
    CREDO CHE SIA ARRIVATO IL MOMENTO DI GIRARE PAGINA... ANZI CAMBIARE LIBRO!!!

    • Abbiamo tappezzato i muri della nostra cittadina con le pagelle di fine consiliatura. La Destra ha bocciato tutti o quasi, ad eccezione dei ritirati, sia consiglieri che assessori e dirigenti.
      La fine di una consiliatura da noi auspicata, perché di basso profilo, che annunzia anche querele da parte dell’assessore Miniero al Sindaco Pone.
      Ora ci aspettiamo la controquerela da parte del Sindaco Pone e sopratutto ci auguriamo, noi cittadini, di sapere cosa veramente ha portato alla fine della consiliatura e cosa veramente hanno richiesto i consiglieri della PdL al Vice Sindaco Esposito ed al Sindaco Pone prima del 4 giugno 2009.
      Ci auspichiamo anche disapere perché il Sindaco Pone non ha richiesto la messa in liquidazione dell’AMAV e sopratutto perché si è passato alla approvazione del Project Financing per il Cimitero dopo che si era deliberato di bocciare quanto approvato dal Centro Sinistra.
      Vi erano estremi di reato che l’approvazione da parte dei Consiglieri del Pone ha di botto cancellato?
      Il Sindaco Pone, con la Sua Giunta, ed i Consiglieri possono spiegare, visto che si sono iniziate a scoperchiare le pentole, ai Cittadini Anastasiani i veri motivi per cui anche il bilancio del Centro Sinistra del 2007 fu portato in Consiglio per l’approvazione dall’Assessore Di Perna e poi votato dal Centro Destra?
      Vi era all’epoca qualcosa che imponeva al Sindaco Pone di non alzare polveroni?
      Attendiamo ora fiduciosi anche la risposta di Paolo Esposito ad Alfonso Gifuni considerato che nel Consiglio del 4 Giugno l’Esposito preavvertì che a votazione ultimata avrebbe risposto per le rime al Vice Presidente del Consiglio? Vero Piccoletto, come l’apostrofò l’Esposito Paolo in Consiglio il giorno 4 giugno quando lo chiamò a rispondere come teste a conoscenza dei fatti? Basta svolgere la registrazione della seduta dell’epoca.
      Non sarebbe il caso che ognuno dei Consiglieri, di centrodestra e di centrosinistra, rendesse, come ha fatto il Miniero, conto di tutto quanto è accaduto ai propri elettori?
      Aspettiamo fiduciosi di leggere sui muri il prosieguo della telenovela.
      Ing. Mario Merone, Presidente La Destra di S.Anastasia

    • cari signori della destra ma chi siete voi per giudicare i membri del consiglio comunale?
      stare in salotto e giudicare è molto più semplice che operare voi sapete solo fare bla bla bla..... e stare su questi blog che stanno assumendo sempre un profilo più basso.

    • Cara Margherita quali blog? Questo è un sito d’informazione regolarmente registrato al Tribunale di Nola, e la qualità di quello che viene riportato qui non è mai scesa ai livelli che lei cita. Se non le piace partecipare ad un forum non lo faccia, ma non critichi gli altri. Soprattutto chi lavora, come lei giustamente difende i consiglieri comunali, io difendo la redazione che dà vita a questo sito e permette a tutti di confrontarsi.

    • SIG. MARGHERITA GRAZIE A QUESTO SITO CHE SI RIESCE ANCORA HA PARLARE DI POLITICA GRAZIE AL SIG. CASAGRANDE CHE IN TUTTO QUESTO TEMPO HA EVIDENZIATO MOLTE COSE NEGATIVE DI QUESTA AMMINISTRAZINE E INSIEME A TUTTI NOI DISCUSSO.
      LEI NON DEVE DIFENDERE I CONSIGLIERI COMUNALI,CHE CON IL LORO OPERATO HANNO PENSATO SOLO AI LORO FATTI PERSONALI IL BENE DEL PAESE SE LO SONO DIMENTICATI,GRAZIE ALLA DOTT.BELLINI E ALLA REDAZIONE DELLA PROVINCIAONLINE CHE CI HANNO PERMESSO DI DIALOGARE DEMOCRATICAMENTE SEMPRE COSì

    • Esimia Margarita, Noi, La Destra, non facciamo bla bla ... come dice. Questo forse lo fanno altri e forse Lei. Noi La Destra siamo stati sempre propositivi. Abbiamo sempre affiancato il Sindaco Pone anche con le nostre proposte, mi creda gratuite ed a costo zero. Non abbiamo mai chiesto favori né personali né per nostri iscritti e non abbiamo mai chiesto favori. Ci siamo proposti a costo zero per qualsiasi nostro intervento e le nostre credenziali può richiederLe direttamente al Signor Sindaco Pone dal quale può farsi relazionare sul numero delle nostre proposte protocollate.
      Non facciamo parte del Consiglio e mai lo abbiamo fatto e siamo stati messi alla porta dal Signor Sindaco in svariate circostanze.
      Utilizzeremo la testata sempre e ringrazieremo sempre la Bellini che non lesina la sua ospitalità.Mi creda e La saluto.
      Ing. Merone, Presidente La Destra di S.Anastasia

    • sono un cittadino anastasiano e colgo l’occasione per domandare al presidente della destra perchè bocciare tutti gli assessori della giunta....sembra che qualche assessore ha lavorato bene o solo apparenza?

    • Senz’altro l’Assessore alle Attività Produttive va parzialmente assolto. Ma fu bocciato perché ha prodotto molto poco per quanto potenzialmente potesse fare. Non abbiamo messo voti in pagella ma soltanto giudizi. Se l’avessimo fatto avrebbe trovato le differenze per quanto su riportato.
      Gli altri Assessori e Consiglieri tutti bocciati senz’appello. Si ricordi alle prossime elezioni di richiedere ai Suoi probabili eletti il rispetto delle promesse fatte in campagna elettorale.
      Ing. Merone, Presidente La Destra

    • sono sempre lo stesso cittadino anastasiano, non un politico ma un semplice elettore.Non sono d’accordo sul giudizio da voi espresso in merito all’assessore al bilancio e alle politiche sociali...ma lei sa realmente cosa hanno fatto, ha letto le relazioni? in caso contrario perchè non le richieda cosi da sapere veramente cosa hanno fatto in questi due anni...(sempre da semplice elettore )hanno fatto di più di tante amministrazioni precedenti...date i voti o i numeri?
      un saluto gianluca grava.

    • Esimia Giornalista, il sindaco Le inviò il comunicato che parzialmente riporto: “Le mie dichiarazioni del 15 luglio hanno un profilo esclusivamente politico e non tutti i media ne hanno colto il significato, né hanno riportato fedelmente il mio pensiero. ...... Comprendo che forti segnali politici non sempre vengono correttamente interpretati, anzi spesso fraintesi.etc...
      La giornalista de Il Mattino, Daniela Spadaro ricorda al Sindaco Pone che esiste una legge per la quale chi si sente leso da un articolo giornalistico può chiedere la rettifica alla testata che l’ha pubblicato. Può, però aggiungo, anche presentare querela per diffamazione a mezzo stampa. Orbene Voi avete virgoletatte le dichiarazioni rese dal Sindaco, quindi debbo ritenere che le stesse Vi siano state rese in perfetta lucidità e quindi le smentite sono acqua fritta.
      Perciò perché, ora che stanno volando parole grosse e querele piovano sugli Amministratori, il Sindaco vuole coinvolgere Voi della classe giornalistica? Non sarebbe più bello ed efficace che il Sindaco ripagasse il Miniero con eguale moneta?
      Non sarebbe più bello che il Sindaco, anzicché chiederVi smentite, rimettesse tutti gli atti di cui parla il Miniero ed altri atti ancora di cui ancora nessuno ha parlato, vero Paolo Esposito?, riguardanti gli altri Consiglieri della PdL alle Autorità Costituite?
      Non sarebbe più bello che anche il Pappadia dell’Edilizia Privata, pare non ben visto dai tecnici e dagli Amministratori locali, cominciasse a rilasciare gli ordini di abbattimento delle costruzioni abusive? E se come probabile sia, ciò gli viene impedito, perché il Pappadia non richiede l’intervento delle Autorità Costituite?
      Perché il Sindaco Pone è restio a dire francamente alla Popolazione che nulla è ancora dovuto per l’acquisto dei loculi al Cimitero? Cosa c’è sotto?
      Perché il Sindaco Pone non dice a Noi Cittadini esplicitamente perché ha rutenuto di dover approvare il Progetto Finanziario del Cimitero, considerato che il nostro voto gli è stato dato proprio perché la bocciatura del Progetto Finanziario era uno dei suoi cavalli della battaglia elettorale?
      Noi cittadini riteniamo che non ci siano più margini di trattativa tra i rappresentanti eletti ed il Sindaco e che non si possa più rimediare alla grave crisi politica in atto. Riteniamo anche che ormai si sia arrivati davvero alla frutta e che non è GIUSTO che la classe GIORNALISTICA debba porre ancora una volta le toppe ai pantaloni del Sindaco.
      Noi Cittadini invitiamo Voi di tutte le testate a rimettere alla Magistratura tutte le dichiarazioni rese dagli Amministratori e da Voi incartate.
      Vigile attento

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.