Home > Politica > Regione Campania, approvata la legge quadro sul lavoro

Regione Campania, approvata la legge quadro sul lavoro

martedì 28 luglio 2009, di La redazione


Napoli. Le commissioni permanenti del Consiglio regionale III (Attività Produttive, Industria e Commercio) e VI (Istruzione, Cultura e Politiche sociali) insieme alla IV Commissione speciale di controllo sulle Politiche giovanili, disagio sociale ed occupazione, hanno approvato questa mattina il testo di legge quadro sul Lavoro. Il provvedimento, licenziato dai presidenti Francesco Casillo e Giuseppe Sarnataro (Pd) e da Ermanno Russo (Pdl), è il frutto di un lungo lavoro fatto in questi mesi nelle commissioni, che hanno sintetizzato tre diversi testi, rispettivamente a firma dei consiglieri Scala (Sinistra e Libertà), Ronghi (Mpa) e dell’assessore regionale al Lavoro, Corrado Gabriele. Quest’ultimo, presente alla riunione congiunta delle tre Commissioni tenutasi questa mattina presso la sede del Centro direzionale, ha espresso soddisfazione per il lavoro dei tre presidenti: “Va dato atto alle Commissioni di aver messo a punto un testo valido, innovativo e fortemente ancorato alle esigenze del territorio”.
Presenti ai lavori anche i consiglieri Luca Colasanto (Pdl), Vito Nocera (Rifondazione comunista), Antonio Scala (Sinistra e Libertà) e Salvatore Ronghi (Mpa), il quale in queste settimane si è particolarmente speso per l’elaborazione del testo definitivo.
Cinquantasei articoli e otto titoli: si presenta così la prima legge organica sul Lavoro della Regione Campania. All’interno del testo, sono affrontati i nodi cruciali dell’emergenza occupazionale. Si va dagli strumenti a sostegno dell’occupazione di qualità alla promozione della regolarità del lavoro, dalla sicurezza sui luoghi di lavoro ai diritti delle persone diversamente abili. E’ inoltre istituita l’agenzia regionale per il Lavoro e la Scuola, che svolgerà attività di osservatorio regionale. Tra i punti qualificanti della nuova normativa, che approderà alla ripresa settembrina dei lavori in aula, c’è anche la promozione del lavoro femminile, la gestione delle crisi occupazionali, un indirizzo più chiaro sul sistema regionale della formazione, un’attenzione particolare all’indotto e alla funzione dell’apprendistato.
Le tre commissioni riunite congiuntamente questa mattina hanno anche nominato i due relatori della legge in aula: Giuseppe Sarnataro per la maggioranza e Salvatore Ronghi per l’opposizione.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.