Home > Cronaca > Dolore e rabbia in città per la guardia giurata "Addio zio Gaetano"

Dolore e rabbia in città per la guardia giurata "Addio zio Gaetano"

mercoledì 5 agosto 2009, di Serena Ruta


Una notte trascorsa in un continuo via vai li in piazza Annunziata, dove viveva il 45 enne Gaetano Montanino, la guardia giurata che ha perso la vita la scorsa notte durante uno scontro a fuoco in piazza Mercato a Napoli. L’uomo prestava servizio nella viglilanza privata "La Vigilante" da circa dieci anni e sposato aveva una figlia di 22 anni, ed è prorpio lei che nella giornata di ieri ha saputo per prima la notizia. Una morte assurda ed atroce cha ha sconvolto l’intera cittadina che conosceva Gaetano. Un uomo gentile, silenzioso ma molto disponibile. La su agamiglia era molto conosciuta in paese perchè il padre era un direttore di una banca locale, deceduto poi per un infarto tre anni fa. La madre di Gaetano invece, donna molto forte ch enella su avita ha fatto di tutto per i figli, sacrifici e sani principi erano la ricetta che ha reso poi Gaetano e la sorella più piccola dei professionisti. a seguire le orme del padre solo una figlia che attualmente lavor ain banca, lui invece, dedito al prossimo, aveva sempre sognato una divisa. Dopo il corso di addrestamento e mesi di gavetta era riuscito ad entrare nel corpo dei vigilanti guadagnando la stima e la fiducia di tutti, attento e meticoloso. Ma poi lunedi sera qualcos anon è andata per il verso giusto. Pochi istanti e Gaetano h aperso la vita in un tentativo di rapina, morto sul colpo a cusa di una raffica di colpi sparati da un malvivente a cui Gaetano e il suo collega, tuttora in ospedale, avevano intimato l’alt. al lutto si è unito il primo cittadino di Ottaviano Mario Iervolino che ha cosi commentato ’La tragica morte di Gaetano ha gettato l’intera citta’
di Ottaviano nello sgomento. Conoscevo Gaetano da sempre. Avevamo pochi anni di differenza e da ragazzi abitavamo lungo la stessa strada, a pochi metri di distanza -riprende il sindaco - Un ragazzo onesto, generoso. Un’ottima persona appartenente ad un’ottima famiglia’.
’L’intera comunita’ di Ottaviano - conclude il sindaco - in questo
momento di grande dolore vuole essere vicina alla famiglia di Gaetano’. "zio Gaetano era il nostro zio preferito - commentano i nipoti- era lui tutto per noi, non può essere che ce l’abbiano portato via, chi si è permesso di rovinaci la vita deve pagare. Addio zio Gaetano". Ed ora si aspettano i risultati dell’autopsia per decidere il giorno dei funerali, per dare l’ultimo saluto a quell’uomo che con la sua vitalità e il suo impegno, la sua dedizione alla famiglia lo avevano reso un uomo modello, un padre speciale, un marito fantastico.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.