Home > Cronaca > Sant’Anastasia:"Se questo è un assessore", il Fla attacca il titolare (...)

Sant’Anastasia:"Se questo è un assessore", il Fla attacca il titolare dell’Ambiente

domenica 13 settembre 2009


Sant’Anastasia. Con il ritorno a pieno regime delle attività dell’ amministrazione comunale si rivedono campeggiare per le strade della cittadina anastasiana anche i corrosivi (ma è un eufemismo) e politicamente scorretti manifesti targati Fla. Questa volta, il Fronte di Liberazione degli Anastasiani, prende di mira Pasquale Coppola, uno dei cinque assessori della Giunta Pone rimasto in sella al governo cittadino con le deleghe all’Ambiente, all’Ecologia, al Cimitero, al Parco Vesuvio e alla Sanità. “Ci eravamo lasciati” recita il manifesto “con il problemino della raccolta dei rifiuti e di come assicurarsi una fossa al Camposanto” annuncia il Fla, dietro il quale si celerebbero uomini “liberi per divenire dignitosi cittadini”.Tema ripreso nello scorrere del manifesto il quale alterna la denuncia nei confronti dell’operato della classe politica anastasiana, ad un certo sgrammaticato umorismo di contrada. Così a distogliere l’attenzione dei cittadini dalla “calura estiva” sono state, sempre secondo il Fla, le polemiche, le denunce e le diffamazioni che gli stessi amministratori locali “si sono sputati addosso”, palesando una certa ironica nostalgia “per i balletti estivi organizzati dall’assessore Pasquale Miniero”. Come già accennato però, il cuore del manifesto mette in evidenza le attività dell’ assessore Coppola. “Vorremmo conoscere” si legge tra le righe “le ragioni per le quali noi, poveri contribuenti, gli dobbiamo la modica somma di 1200euro mensili da due anni”. Ed ancora: “Caro assessore Coppola, vuoi farci sapere come va la raccolta dei rifiuti sull’intero nostro territorio? Perché la stessa singhiozza e non decolla? Perché non si provvede allo spazzamento delle strade? Cosa ci dici della questione del cimitero? Cosa ci rifili per il disperso progetto dell’isola ecologica? Come ti giustifichi?”. In definitiva “Noi, tuoi concittadini, t’invitiamo una buona volta a parlare, a comunicare, ad illuminarci”. Il finale è un crescendo di sarcasmo. Se da un lato infatti si fa riferimento ad una eventuale timidezza dell’assessore corredata dall’invito a superarla (“Fatti forte”) dall’altro si tira in ballo il sindaco Carmine Pone il quale viene attaccato in modo virulento. Stando sempre al Fronte di Liberazione Anastasiano, è proprio il primo cittadino a dover dare il permesso per una risposta agli interrogativi rivolti all’assessore Coppola, relegando quest’ultimo allo sprezzante ruolo di mero esecutore, senza capacità critica, della volontà del sindaco. Nell’attesa dunque che l’assessore Coppola replichi alle pesante critiche rivoltegli, il Fla ha lanciato l’ultimo “agguerrito” monito alla comunità anastasiana: “I nostri eletti sono quelli che abbiamo e che ci meritiamo”.

Messaggi

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.