Home > Appuntamenti > Ercolano, al via la IV edizione di Eruzioni Festival

Ercolano, al via la IV edizione di Eruzioni Festival

domenica 13 settembre 2009, di Felicia Liguori


Ercolano. Al via domani la IV edizione di Eruzioni Festival – Independent Performing Art, ideato e diretto da Agostino Riitano. La manifestazione, che si svolgerà fino al 20 settembre ad Ercolano, rientra nel “Circuito dei Festival della Campania”, sostenuto nell’ambito del progetto “SeiViaggi” dalla Comunità Europea e dalla Regione Campania e interpreta a pieno la mission dell’Anno europeo dedicato alla Creatività e all’Innovazione. Il tema “Futuri futurismi - il limite della performance” è un chiaro omaggio al centenario della nascita del movimento futurista (1909-2009). A fare da sfondo al festival saranno i luoghi mitici delle eruzioni: il MAV – Museo Archeologico Virtuale, un edificio museale di 5000 metri quadrati, dedicato alla realtà archeologica dell’area vesuviana e lo storico mercato degli abiti usati di Resina, paradiso dell’abbigliamento vintage. Forum di soggettività progettuali e artistiche, Eruzioni è un luogo di incontro fra fasce di pubblico diverse per età e formazione, addetti ai lavori, maestri più o meno celebrati e giovani talenti, un laboratorio che favorisce lo sviluppo del teatro, della danza, della musica e dell’arte contemporanea. L’intento è quello di attraversare lo scenario contemporaneo delle arti performative tenendo presenti le nuove tecnologie e gli strumenti mediatici digitali. Il programma di quest’anno è articolato in quattro sezioni: spettacoli-performance, visioni, workshop, musica. Gli artisti che hanno aderito alla IV edizione del festival presenteranno esibizioni, scritture e messinscena che favoriscono l’intreccio fra teatro, danza, musica, arte e cinema.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.