Home > Speciali > Facimm Ammuin! > Festa dell’Addolorata tra la Caponata e il teatro di Scarpetta

Festa dell’Addolorata tra la Caponata e il teatro di Scarpetta

martedì 15 settembre 2009, di Serena Ruta


Chi lo ha detto che gli eventi religiosi non possono racchiudere in se un importante e fondamentale momento di aggregazione dove divertirsi e gustare tante buone specialità? La Festa della Madonna Addolorata, organizzata nel rione di San Lorenzo e divenuto ormai da tempo un appuntamento fisso per tanti fedeli quest’anno, ha regalato in una cornice di santità dettata dalla rituale processione dell’effige della Madonna Addolorata, uno spazio dedito alle specialità della cucina locale ma sopratutto un momento di spettacolo dove i plausi e i consensi sono arrivati per un gruppo di attori beniamini locali. Naturalmente noi del La Provincia siamo stati chiamati all’evento e seduti tra le prime file abbiamo assaggiato risate e caponata. Eh, si, proprio cosi. Domenica infatti alle 20,00 degli stand allestiti dai giovani della parrocchia hanno ospitato una specialità nuova, la caponata. In un grande vassoio ci sono stati offerti pomodorini, melenzane, prosciutto, formaggio ed olive il tutto adagiato su di una mega fresella napoletana "o’ pan’ tuost’".....non vi raccontiamo che straordinaria goduria,anche perchè se non l’avete provata non potete sapere cosa avete perso, il tutto accompagnato da fiumi di birra e cocacola. A pancia piena si ragiona meglio, e lo diceva anche il principe della risata, e infatti dopo aver gustato questa specialità creata ad hoc per la festa dell’Addolorata ci siamo seduti comodamente tra le prime file per assaporare lo spettacolo "Rifacciamo Scarpetta a pezz" della compagnia teatrale "Gli Amici del signor G". Una trama composta da alcuni stralci di due celebri commedia che hanno fatto la storia del maestro Scarpetta, O Scarfaliett e Miseria Nobiltà e li le risate sono state tante. Due ore e mezza di divertimento dovei personaggi si sono alternati sulla scena con estrema competenza e professionalità divertendosi con il pubblico. La loro bravura merita un doppio applauso per due motivi: il primo perchè tutti gli attori non sono dei professionisti ma al contrario dei giovani che amnao il teatro e a livello amatoriale si esibiscono in tutta la Campania portando il nome di Ottaviano in giro, in secondo luogo un plauso va al loro regista l’attore Gianni Parisi, un volto conosciuto a livello internazionale. ecco due foto che racchiudono l’intera serata....e l’appuntamento è per l’anno prossimo, non mancate.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.