Home > Politica > Somma Vesuviana, passa in Consiglio il Siad. Presto un centro commerciale (...)

Somma Vesuviana, passa in Consiglio il Siad. Presto un centro commerciale al Rione Trieste

giovedì 17 settembre 2009


Somma Vesuviana. “Siamo fieri di aver dato, dopo anni di lungaggini e di attesa, un Piano commerciale a Somma Vesuviana. Questo è un momento storico per la nostra cittadina”. Con queste parole il sindaco Raffaele Allocca ha dato il là, nella serata di martedì, all’approvazione in Consiglio comunale del Siad, che letteralmente sta per Strumento di intervento sull’apparato distributivo. Il Piano in questione dovrebbe, negli intenti dell’Amministrazione comunale di centrodestra e dei tecnici che l’hanno redatto, rivoluzionare la struttura commerciale di Somma Vesuviana. Difatti con una variante al Piano regolatore dovrebbe sorgere un grosso centro commerciale nei pressi di Rione Trieste. Inoltre sono previste dieci nuove “medie strutture di vendita” dalla grandezza compresa tra i 250 e i 1500 metri quadri. Per di più, e questo sembra essere la boccata d’ossigeno per quei commercianti sommesi bisognosi di nuovi spazi, ci sarà l’opportunità di trasformare in botteghe o negozi le abitazioni sfitte al piano terra e gli opifici dismessi. Ovviamente gli interventi saranno attuabili solo se le varianti previste al Piano regolatore avranno il via libera dagli Enti preposti, primo fra tutti la Regione, ai quali spettano i pareri decisivi. “Questo Siad” ha specificato il primo cittadino “darà nuovo vigore economico alla nostra cittadina e verosimilmente farà si che vengano impiantate piccole imprese commerciali laddove oggi non è possibile farlo”. La conseguenza sarà “Una riqualificazione del centro storico Casamale e di molte masserie di Somma Vesuviana”. A rimarcare il concetto di doppia funzionalità del Siad, sia come volano per lo sviluppo economico cittadino che come incentivo per la riqualificazione di aree degradate, è stato l’assessore alle attività produttive Pasquale Di Mauro il quale ha aggiunto: “Il Siad rappresenta per Somma Vesuviana un momento storico perché attraverso l’ammodernamento degli strumenti amministrativi si tenta di dare risposta alle penose problematiche che attanagliano i commercianti. A tal riguardo” ha concluso il giovane assessore “ esprimo i miei ringraziamenti alle Associazioni di categoria che con la loro partecipazione e il loro parere hanno consentito di calibrare tale strumento sulle reali esigenze della città”. L’opposizione consiliare, pur non negando la positività del provvedimento proposto dall’Amministrazione Allocca, ha tentato invano di apportare modifiche al Piano così come era scritto. Nella fattispecie il Pd ha proposto una mozione con la quale si rimandava ad un prossimo Consiglio comunale il pacchetto, da votare in modo unanime, riguardante le variazioni al Piano regolatore. Mozione bocciata e voto favorevole della maggioranza per il Siad che potrebbe in futuro sbloccare anche l’annosa questione del Puc e dei Pip.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.