Home > Politica > Strage di Kabul, il cordoglio dei presidenti Bassolino e Cesaro

Strage di Kabul, il cordoglio dei presidenti Bassolino e Cesaro

venerdì 18 settembre 2009, di La redazione


NAPOLI - Cordoglio per la tragica morte dei sei paracadutisti della Folgore uccisi nella mattinata di ieri a Kabul è stata espressa dal Governatore della Campania Antonio Bassolino. Nell’attentato kamikaze sono morti anche due soldati italiani (Roberto Valente di Napoli e Massimiliano Randino di Pagani: “L’attentato di Kabul è una terribile tragedia che ha distrutto vite innocenti sia di militari impegnati in missione di pace che di inermi civili- ha dichiarato Bassolino- La morte di tanti giovani suscita grandissimo dolore. L’Italia paga ancora con un sacrificio immane il suo impegno in una difficile missione di pace come quella dell’Afghanistan. Due giovani della nostra regione, Roberto Valente, che era a Napoli appena due giorni fa, e Massimiliano Randino, originario di Pagani, sono caduti nell’adempimento del proprio dovere. Tantissimi sono i ragazzi della nostra terra impegnati nelle missioni di pace internazionali, a riprova del loro altruismo e del loro impegno civico. Tutto il Paese deve ritrovarsi unito nel dolore e nella solidarietà verso i parenti delle vittime. La comunità internazionale, l’Europa, e gli Stati Uniti di Obama devono fare ogni sforzo affinché in quelle delicate zone si garantisca un clima di maggiore sicurezza. Ho chiesto infine alle nostre strutture di attivarsi per fornire alle famiglie Valente e Randino il supporto della Regione Campania per ogni necessità”. Sugli eventi drammatici di Kabul dramma di Kabul è intervenuto anche il presidente della Provincia di Napoli, Luigi Cesaro: “Sono profondamente addolorato per la tragica morte dei nostri soldati uccisi da una vile aggressione mentre svolgevano il loro lavoro con grande coraggio e alta professionalità. Esprimo il mio più sentito cordoglio alle famiglie delle vittime e il mio pensiero, va ai compagni dei militari morti e a tutti i componenti della missione italiana in Afghanistan che, ogni giorno, lavorano per la difesa della democrazia e della libertà in questo tribolato paese”.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.