Home > Cronaca > La regione Campania stanzia 14 milioni di euro per i lavoratori dell’area (...)

La regione Campania stanzia 14 milioni di euro per i lavoratori dell’area torrese stabiese

sabato 19 settembre 2009, di Domenico Maria


Una boccata d’ossigeno per l’area torrese-stabiese è giunta in questi giorni dall’intesa raggiunta in Regione Campania tra la Giunta Regionale, le Amministrazioni di Castellammare di Stabia, Torre Annunziata e Torre del Greco, i sindacati e l’agenzia di sviluppo TESS Costa del Vesuvio relativamente ad un pacchetto di provvedimenti anticrisi per i lavoratori e le imprese particolarmente colpiti dalla recessione globale.
La Regione Campania si è impegnata a investire fino a sette milioni di euro in forme di integrazione al reddito per i lavoratori che già godono di ammortizzatori sociali attraverso progetti di formazione o di utilità sociale; ulteriori finanziamenti per un ammontare massimo di sette milioni saranno destinati ai progetti di recupero delle aree industriali dimesse, soprattutto nel settore navale.
Attraverso i fondi del contratto d’area TESS attiverà progetti finalizzati al reinserimento dei lavoratori con prossima scadenza degli ammortizzatori sociali. Infine, saranno ricercate nuove risorse da destinare al sostegno dei lavoratori che non godono di alcuna forma di ammortizzatore sociale.
Accanto agli impegni di natura finanziaria sono state individuate altre importanti misure e interventi: si è evidenziata la necessità di attivare i finanziamenti per i progetti ammessi al Parco Regionale Progetti ricadenti sui territori delle tre città vesuviane, verificare la possibilità di anticipare i fondi del PIU Europa, attivare altri strumenti regionali quali gli Accordi di Reciprocità, accelerare la realizzazione della Zona Franca Urbana a Torre Annunziata. Inoltre è stata data priorità a importanti opere quali l’ammodernamento del porto di Torre del Greco e l’escavo e dragaggio del porto di Torre Annunziata, nonché si è segnalata la necessità di realizzare lo studio di fattibilità per il bacino di carenaggio a Castellammare di Stabia.
Dal canto suo, la Presidenza della Regione Campania si è attivata presso il Ministero dello Sviluppo Economico per ottenere il rifinanziamento del contratto d’area attraverso lo stanziamento di nuove risorse finanziarie e la rimodulazione dei fondi residui non utilizzati. Il Governo nazionale sarà coinvolto anche rispetto alla realizzazione della Zona Franca a Torre Annunziata, e per il settore cantieristico di Castellammare di Stabia, con particolare attenzione alla situazione dei cantieri e alla realizzazione del bacino di carenaggio.

Messaggi

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.