Home > Politica > Cittadinanza agli immigrati, perché Fini sbaglia

Cittadinanza agli immigrati, perché Fini sbaglia

giovedì 1 ottobre 2009, di La redazione


Di seguito pubblichiamo una nota di Massimo Introvigne condivisa dalla sezione de "La Destra" di Somma Vesuviana

Il dado è tratto. Dopo tanti annunci, venti deputati finiani – insieme a trenta dell’opposizione – hanno presentato una proposta di legge che permette agli extracomunitari di diventare cittadini italiani dopo soli cinque anni di residenza, passando un test d’integrazione. La proposta piace a tanta sinistra. Ma è sbagliata. Avrebbe i suoi principali effetti su circa un milione d’immigrati musulmani. Altri extracomunitari sono statisticamente minoritari o, come i cinesi, preferiscono tenersi la cittadinanza del Paese di origine.

Non sarà politicamente corretto, ma è dunque dei musulmani – e di religione – che si deve parlare. I deputati che ci raccontano che la proposta sulla cittadinanza è laica e la religione non c’entra ingannano se stessi e gli elettori. Oggi i musulmani cittadini italiani sono meno di diecimila. Molti sono fasulli: sono italiani che hanno finto di convertirsi all’islam per potere sposare donne musulmane – cui diversamente i consolati dei Paesi di origine avrebbero negato le carte – ma si sono dimenticati della conversione dopo il matrimonio. Con la nuova legge i cittadini italiani musulmani passerebbero potenzialmente da qualche migliaio a centinaia di migliaia. Siamo pronti a questa radicale modifica della nozione di cittadino italiano? Non lo siamo. Nessuno lo è. Nessuna civiltà nella storia è riuscita a fronteggiare senza esserne distrutta l’acquisizione come cittadini in così poco tempo di così tante persone portatrici di una cultura e di una religione sia radicalmente diverse sia forti. Diverso era il caso dei barbari dell’antichità, che portavano in Europa eserciti forti ma una cultura debole; o degli irlandesi e italiani emigrati in passato negli Stati Uniti il cui cattolicesimo era diverso dal protestantesimo maggioritario in America ma non così radicalmente diverso com’è l’islam rispetto alla mentalità italiana di oggi. Ci raccontano che negli Stati Uniti i musulmani diventano cittadini con una norma simile a quella di Fini e si integrano senza problemi. Ma i cittadini musulmani di origine straniera in America sono due milioni. Se ce ne fossero in una percentuale sul totale della popolazione simile a quella degli immigrati islamici in Italia sarebbero quaranta milioni, non due, e neppure l’esperienza americana riuscirebbe ad assimilarne così tanti.

C’è un’altra ragione più profonda per andare con i piedi di piombo sulla cittadinanza. Per difendere la propria cultura e integrare nuovi cittadini bisogna, almeno, volerlo. Non è affatto sicuro che l’Italia di oggi abbia le idee chiare su quale cultura voglia difendere e proporre agli immigrati. Quale sarà il contenuto del “test d’integrazione civica”? Le radici cristiane dell’Europa o la mentalità di “Repubblica”? Senza dimenticare che in Gran Bretagna e Francia fior di terroristi arrestati mentre preparavano attentati erano cittadini che avevano passato a pieni voti i test d’integrazione, della cui serietà si può dunque dubitare.

Infine una domanda. Gli amici del presidente Fini chiedono più democrazia in Italia. I sondaggi ci assicurano che la grande maggioranza degli italiani non vuole l’accesso facile alla cittadinanza per gli extracomunitari. Ignorare l’opinione della maggioranza degli elettori è per caso una nuova forma di democrazia?

Messaggi

  • egregia direttrice,
    in merito all’articolo de " La Destra" come da logo, può rendere noto chi è l’autore?
    Grazie, Felice Manfellotto.

  • Questo si che sembra un comuicato di qualche banda di eversivi....
    comunque nell’articolo si fa bene a criticare la necessità di dare la cittadinaza a soggetti che nel migliore dei casi non sanno nemmeno chi è giuseppe garibaldi...in ogni caso riguardo al Signor Fini ( a cui il potere ha risucchiato il cervello , ammesso che ne avesse uno per come è stato fortunato nella vita)deve ringraziare quei milioni di cittadini ITALIANI che per anni lo hanno seguito e votato, poi sempre il Signor Fini ha deciso, LUI, di chiudere un partito e adesso sembra candidarsi a guidare una sinistra che quando gli fa comodo dice che Fini è un grande uomo!!!sic poi quando non gli fa piu comodo diventa come spesso è accaduto in passato l’uomo del pericolo fascista...bè la sinistra ( quella vera non quella che oramai si è dissolta)non aveva tutti i torti a definire il Signor Fini un fascista....alcuni anni fa e molti oramai hanno dimenticato....dal dittatore Saddam Hussein che GASAVA CURDI e IMPICCAVA I MEMBRI DEL PARTITO COMUNISTA IRACHENO ci andava FINI, MILOSEVIC, LE PEN sarebbe il caso che qualche tg nazionale ci facesse rivedere quei tre individui " fascisti veri" quando a braccia tese scendevano dall’aereo che riportava a casa operai e tecnici italiani trattenuti (si fa per dire) da un altro campione del fascismo panarabo ,quel saddam Hussein capo del partito nazional-socialista BAHAT iracheno che inneggiava ad Hitler , mussolini e Nasser

    meditate gente meditate

    SINISTRA DOVE SEI!!!!!!!

  • dimenticavo di aggiungere:.....adesso il campione della democrazia.....dice che è cosa saggia dare il voto.....agli extracee....ma il voto siamo d’accordo interessa solo gli islamici....non certamente i cinesi, pochissimo i sudamericani e pochi altri.....perchè il signor Fini tiene tanto agli islamici...ce lo dovrebbe spiegare....dare il diritto di voto a gente che è tutta antisemita,provate a diventare un po amici di qualche arabo e vi verranno i capelli bianchi per cosa di nascosto dicono tra di loro e cosa invece non diranno mai in pubblico......SAPETE cosa dicono in privato??

    ecco cosa dicono: VI CONQUISTEREMO CON LE VOSTRE LEGGI....VI DOMINEREMO CON LE NOSTRE.....sic e PENSARE CHE UN CARDINALE (quello di milano) DICE CHE CI VOGLIONO MOSCHEE IN TUTTE LE CITTà E RIONI.....quanta gente si è bevuta il cervello in questa vecchia europa un cardinale che invece di preoccuparsi che le chiese si stanno spogliando di Cristiani...si va a preoccupare dei musulmani senza moschee.....povera comunità di Cristiani in mano a SEPOLCRI IMBIANCATI.....a proposito...??dove era la comunità democratica e cattolica quando i Cristiani in India non 100 anni fa ma qualche mese fa sono stati MASSACRATI dai musulmani?? il signor Bagnasco anche lui emerito....vescovo era impegnato a difendere il sig. Boffa......e i Cristiani? chi se ne frega dei Cristiani

    • L’ARCIVESCOVO DI SMIRNE in TURCHIA all’ultimo sinodo dei vescovi ha cosi ribadito lanciando un serio allarme per la sopravvivenza della comunità cristiana in europa:" attenzione che il popolo cristiano è sotto attacco, i Musulmani in Turchia ( nei circoli che contano) vanno ribadendo....."con le vostre armi vi conquisteremo ..ndr democrazia..con le nostre vi sottometteremo"

      PERCHE’ NESSUN ORGANO DI STAMPA RIPORTA QUESTE DICHIARAZIONI?????

      CRISTIANI E’ VENUTA L’ ORA DELLA LOTTA

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.