Home > Politica > Somma Vesuviana: Braccio di ferro tra l’Udc e il sindaco Allocca

Il consigliere Aliperta e il partito di Casini attaccano l’amministrazione che non risponde da mesi alle interrogazioni

Somma Vesuviana: Braccio di ferro tra l’Udc e il sindaco Allocca

martedì 6 ottobre 2009


Somma Vesuviana. “La maggioranza guidata dal sindaco Allocca è sprezzante nei confronti del dibattito politico cittadino”. Ne è convinto Luigi Aliperta (nella foto), capogruppo dell’Udc nel consiglio comunale sommese. Il consigliere d’opposizione lancia parole acuminate come frecce nei confronti della maggioranza rea a suo dire “Di non rispondere sistematicamente alle decine di interrogazioni che da maggio presentiamo in consiglio comunale svuotando difatti quest’ultimo di ogni valore”.
Ed il dibattito politico cittadino, assopito negli ultimi tempi, s’infiamma. Le prime schermaglie quando compaiono per le strade della cittadina sommese due manifesti targati Udc. Sono in effetti due interrogazioni consiliari presentate a giugno dal partito dello scudocrociato nel famigerato assise pubblica che fu indetta, e per l’occasione si svolse in una scuola di Santa Maria del Pozzo, per discutere delle sorti del sito di stoccaggio di via Colle.
Uno riguarda il “pietoso” stato in cui versa il verde pubblico della cittadina vesuviana e l’altro invece fa riferimento alla mancanza di manutenzione nelle strutture scolastiche sommesi. “A distanza di quattro mesi le nostre strade, il nostro verde pubblico e le nostre fontane (basta guardare piazza S.Francesco nonostante le continue lamentele dei cittadini ) continuano ad essere non pulite e curate” , recita il manifesto. “Pertanto, visto il perdurare di tale inefficienza e visto soprattutto il perdurare dell’insensibilità dell’amministrazione Allocca nel dare risposta ai problemi quotidiani della nostra città” continuano gli uomini di Casini, “l’UDC ribadisce che mantenere pulizia, decoro ed ordine è un dovere di questa amministrazione e che, avere strade, aree verdi, fontane pulite ed ordinate è un diritto dei cittadini sommesi”. Non solo. Lo stesso Aliperta, che a Palazzo Torino forma il gruppo dell’Unione di centro assieme ad Antonio Mocerino, rimarca il concetto che le assembleee consiliari vengono “Convocate raramente ed esclusivamente per approvare gli argomenti che stanno a cuore alla maggioranza”. Ma non è tutto qui. Sul contenuto dei manifesti Aliperta ci va giù duro. “E’ una cosa incredibile” attacca il consigliere “perché questa maggioranza è capace solo di fare proclami per progetti faraonici ereditati, tra le altre cose, da vecchie amministrazioni, ma non riesce in alcun modo a gestire l’ordinaria manutenzione cittadina”. All’attacco frontale degli udiccini per il momento l’Amministrazione Allocca non ha risposto. L’unico a tentare di buttare acqua sul fuoco è Vittorio De Filippo, capogruppo a Palazzo Torino del Pdl.
“Le risposte non sono arrivate in Consiglio per motivi tecnici visto che gli ultimi consessi sono stati monotematici. A breve risponderemo sulle questioni sollevate dall’Udc per tranquillizzare la cittadina sul nostro operato”.

Messaggi

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.