Home > Cronaca > Pomigliano D’Arco, per gli operai Fiat ritorna lo spettro della cassa (...)

Pomigliano D’Arco, per gli operai Fiat ritorna lo spettro della cassa integrazione

mercoledì 7 ottobre 2009, di Gabriella Bellini


Pomigliano d’Arco. Nuova cassa integrazione per lo stabilimento Fiat di Pomigliano d’Arco. La produzione si fermerà dal 2 al 15 novembre. Un nuovo stop, comunicato ieri mattina dall’azienda torinese ai sindacati ed ai lavoratori. Una situazione che si aggrava considerato che il Lingotto finora non ha ancora deciso l’assegnazione di una nuova missione produttiva che potrebbe risollevare le sorti dell’impianto “Giambattista Vico”. A ottobre tutti gli operai torneranno in fabbrica il 13, 14 e 15, mentre per gli addetti al modello Alfa 159 è prevista una ripresa anche per il 26, 27 e 28 del mese.
Una notizia che non rassicura le tute blu. Nei mesi scorsi l’amministratore delegato della Fiat, Sergio Marchionne, aveva annunciato buone notizie per il sito pomiglianese, notizie che finora non sono giunte.
Ora l’Ad dell’azienda automobilistica parla dei progetti americani della Fiat e dimentica le fabbriche italiane. “Mentre Marchionne annuncia che il 6 novembre presenterà negli Stati Uniti il piano industriale per Chrysler”, afferma Gerardo Giannone segretario di Comunista Sinistra Popolare, sezione Fiat, “in Italia tutto tace. Continua lo stop produttivo, manca il piano industriale e, paradosso dei paradossi, il Governo dà una mano all’azienda con gli incentivi. Agli operai chi ci pensa?”.

Messaggi

  • Stai tranquillo che se non ci fossero stati gli incentivi oggi te la sognavi la cassa integrazione....e comunque basta dire stupidaggini....questo governo ha fatto in un momento di crisi in pieno il suo dovere...e stai tranquillo ci saranno ancora incentivi e aiuti di stato....per i tuoi operai....SAI qual’è la differenza tra voi e noi? se io non ricevo qualche (qualche) ordine io...chiudo bottega e vado a casa...mentre io con le tasse che pago onestamente pago pure gli incentivi al sig.Marchionne e la cassa integrazione agli operai fiat....ma a me scusa chi C....O ci pensa???

  • ritorna lo spettro della cassa integrazione? ma se non se ne mai andato, perseguita gli operai del "vico" da settembre 2008.....
    per il sìgnor italiano, la cassa int. gli operai se la pagano da soli pagando oltre 2000€ almese, mentre gli imprenditori non dichiarano mai tutto quello che guadagnano.

    • ti sbagli la cassa integrazione è pagata con i soldi dei contribuenti ed è prevista solo ed unicamente per le aziende al di sopra dei 50 dipendenti se non erro, solo con un recente decreto governativo si è estesa anche ad altre categorie, tra cui i lavoratori precari di lungo corso.
      Il bello è che con la scusa dei licenziamenti purtroppo lo stato deve pure dare soldi indiretti agli imprenditori......gli incentivi alla rottamazione non sono altro che aiuti di stato di cui beneficiano tutte le case automobilistiche...solo che un governo è costretto a fare questo per evitare che si fermi la produzione e quindi lo spettro della mobilità....chiaramente la cassa integrazione pagata con i soldi dei contribuenti serve a mantenere circa l’80% dell’ ultima busta paga, gli altri tra cui il sottoscritto che è una semplice P.iva se la prende sempre nel ......

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.