Home > Attualità > Comunicati Stampa > Basket, bella vittoria interna del Centro Serapide Pozzuoli sul (...)

Basket, bella vittoria interna del Centro Serapide Pozzuoli sul Catanzaro

lunedì 19 ottobre 2009, di Comunicato Stampa


Secondo successo casalingo per il Centro Serapide Pozzuoli che, al PalaTrincone, supera 73–71 il Catanzaro. Match quasi sempre condotto dai flegrei che, però, hanno dovuto contenere sino al termine i tentativi di rientro dei giallorossi trascinati da Mlinar. Sull’altro fronte tre uomini in doppia cifra, ma davvero sontuosa la prova di Andrè (19 punti ed 11 rimbalzi).

Inizio di gara equilibrato con le due squadre che si rispondono colpo su colpo prima che le due triple in successione di Porta spariglino le carte (10–4 al 4°). Sono sempre i lunghi gialloblù a dominare la scena offensiva (Andrè, Porta ed il subentrante Errico) vanificando i tentativi di rientro dei calabresi che devono far circolare tanto la palla sul perimetro (16–11 al 7°). Nel finale lavorano bene le due difese che concedono solo le briciole agli attacchi con gli ospiti che risalgono la china anche grazie ad un 2/3 a tempo scaduto dalla lunetta (17–16 al 10°).

In avvio di secondo periodo Giordano porta avanti i viaggianti che hanno un netto predominio a rimbalzo nei primi possessi (17–18 al 12°). La difficoltà preoccupa coach Pepe che ricorre subito al time out. Qualche carambola in più per i campani che riescono anche a muovere il punteggio con la sestina personale di Marangoni (23–23 al 16°). Segnano un po’ tutti nel Catanzaro, si svegliano anche Andrè (2) e Scorrano (5) tra i padroni di casa, ma le due formazioni procedono a braccetto (32–31 al 20°).

Ottimo avvio di terzo quarto del Centro Serapide Pozzuoli che non concede quasi nulla in difesa. In attacco Scorrano sforna altri due assist per Innocente (3) e Marangoni (2) che con Di Napoli allungano (41–33 al 22°) costringendo alla sospensione coach Tripodi. Al rientro Mlinar e Giordano riescono a trovare qualche varco in più nella retroguardia flegrea, ma sull’altro lato del parquet stesso può dirsi per Andrè (4), Di Napoli (2) ed Innocente (3): 50–44 al 26°. Nel prosieguo si segna meno sui due versanti con le distanze che non mutano sino alla tripla di Giordano a 30” dal 30° (54–51).

Giordano segna il primo canestro dell’ultima frazione, ma la difesa dei gialloblù lavora bene producendo palle perse e passi per i giallorossi che, nel frattempo, subiscono le realizzazioni di Errico e Andrè (59–55 al 33°). I calabresi ci credono, provano ad aumentare la pressione difensiva, ma non basta per fermare Marangoni (altri 5 punti). Si prova a far lo stesso sotto l’altro canestro, ma la tripla di Teofilo ed i liberi di Giordano tengono ancora apertissima la partita al 37°: 64–60. La tensione è palpabile, si lotta tanto soprattutto sotto il tabellone campano dove segnano Mlinar (1) e Radovanovic (2). Andrè (2) e Scorrano (2) mantengono un buon margine al 39° (68–63). Nel minuto conclusivo tante gite in lunetta per i due quintetti:71–69 a 4” dal termine quando Andrè guadagna uno sfondamento prezioso così come il successivo fallo subito da Scorrano che trasforma entrambi i personali (73–69 a 2” dal 40°). Utili solo per la differenza canestri gli ultimi due liberi di Giordano. Finisce 73 – 71.

CENTRO SERAPIDE POZZUOLI: Innocente 9, Barbieri, Scorrano 9, Di Napoli 4, Regio ne, Velocci, Marangoni 18, Andrè 19, Errico 4, Porta 10.

CATANZARO: Rotundo ne, Mlinar 20, Dal Fiume 4, Giordano 18, Teofilo 14, Radovanovic 6, Pulinas, Cattani 2, Principe 4, Margheri 3.

Coach: Tripodi.

Arbitri: Giampaolo Marota di San Benedetto del Tronto (AP) e Giuseppe Petrone di Fisciano (Sa).

parziali: 17 – 16, 32 – 31, 54 – 51.

Uscite per falli: Innocente, Di Napoli, Porta (Centro Serapide), Teofilo (Catanzaro).

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.