Home > Sport > Napoli, Mazzari comincia con il piede giusto l’avventura azzurra

Napoli, Mazzari comincia con il piede giusto l’avventura azzurra

lunedì 19 ottobre 2009, di Domenico Paradiso


Al San Paolo prima partita per il nuovo allenatore Mazzarri dopo l’esonero di Donadoni.Il nuovo mister conferma il 3-5-2 ma porta subito le prime novità in formazione escludendo dall’undici titolare Cigarini, proponendo sulla linea mediana Gargano in regia con Hamsik e Datolo al suo fianco e posizionando sulla fascia Maggio ed Aronica che conoscono bene i moduli del nuovo mister essendo già stati alle sue dipendenze uno con la Sampdoria e l’altro con la Reggina.In difesa torna Campagnaro al fianco di Cannavaro e Continimentre in attacco è confermata la coppia Qaugliarella-Lavezzi che parte titolare dopo la ‘’telenovela’’ passaporto.
Il Napoli parte grintoso grazie alla cura Mazzarri ma senza impensierire Viviano,ma al 13’ arriva la doccia fredda Adailton si conquista un calcio di punizione dal limite che batte lui stesso e con un tiro di sinistro mette la palla sotto la traversa in alto a destra alle spalle del non incolpevole De Sanctis ed è 0 a 1.Timida reazione del Napoli al 30’ con Quagliarella che manda di poco a lato su assist di Gargano.Il Napoli prova a riprendere la partita in modo confusionario ma senza nulla di rilevante e ritorna negli spogliatoi sotto di un gol. Al rientro in campo per il secondo tempo Mazzarri mischia subito le carte inserendo Pazienza per Datolo. La squadra di Papadopulo chiude bene gli spazi degli azzurri, e ci vuole Lavezzi al 69’ ad impensierire severamente l’ottimo Viviano che si ripete su un colpo di testa di Cannavaro pochissimo minuti dopo dopo. Gli azzurri continuano a spingere e vengono premiati al 72’, Contini ruba palla in area a Zalayeta e mette in mezzo per Quagliarella che mette il risultato sull’ 1 a 1 facendo esplodere il San Paolo. Mazzarri a questo punto vuole vincere la partita ed al 79’ toglie Campagnaro per noie muscolari ed inserisce Pià passando ad un 3-4-3 molto offensivo,ed infatti nell’azione seguente corre un grosso pericolo dopo un passaggio filtrante di Zalayeta che pesca Di Vaio solo davanti al portiere calcia centrale facendosi respingere il tiro da De Sanctis. All’ 85’ occasionnissima per il Napoli con Lavezzi in contropiede solo davanti a Viviano spara alto.Gli azzurri continuano a credere nella vittoria che arriva nei minuti di recupero,Lavezzi mette al centro un cross teso dove trova Maggio che di piatto insacca e fissa il risultato sul 2 a 1.
Nel dopo partita Mazzarri ‘’ I ragazzi hanno dato tutto ci hanno creduto fino in fondo anche se non abbiamo giocato come voglio io,siamo stati bravi a non demoralizzarci dopo aver mancato qualche buona occasione.Quando si vince si sta sempre bene ma si deve lavorare ancora molto.’’

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.