Home > Sport > Calcio, e adesso chiamatela "zona Napoli"

Calcio, e adesso chiamatela "zona Napoli"

giovedì 29 ottobre 2009, di Domenico Paradiso


Serata dalle grandi occasioni tutto esaurito il San Paolo per Napoli-Milan.Il Napoli di Mazzarri, dopo due vittorie consecutive, scende in campo per portare a casa il terzo successo e per rilanciarsi nelle zone alte della classifica. Di fronte un Milan galvanizzato dopo la vittoria di Madrid in Champions e la vittoria esterna di Verona col Chievo agguantata nel finale. Mazzarri presenta il solito Napoli col suo 3-5-2 confermando la squadra vittoriosa a Firenze rimpiazzando il solo squalificato Contini con il rientrante Campagnaro.Leonardo invece presenta con un modulo molto offensivo con Pato-Inzaghi supportati dal duo Ronaldinho-Seedorf.Parte male il Napoli che dopo solo 3’ si lascia sorprendere da un lancio di Seedorf che imbecca Inzaghi che insacca la palla dello 0 a 1.Cercano di riprendersi i partenopei, ma al 5’ splendida azione del Milan che lancia in contropiede Pato che non può fare altro che segnare la rete dello 0 a 2.All’ 8’ il Milan perde Nesta per un risentimento muscolare (sospetto stiramento) e lo sostituisce con Kaladze.Il Napoli tenta di riprendere subito la partita ma non riesce mai ad impensierire seriamente Dida collezionando solo una serie di calci d’angolo.Le squadre ritornano negli spogliatoi con il Napoli sotto di due gol. Al rientro in campo gli azzurri di Mazzarri si presentano subito aggressivo alla ricerca del gol.Al 1’ capita la palla dell’ 1 a 2 prima sui piedi di Lavezzi pescato in area da Aronica e poi sui piedi di Maggio che clamorosamente calcia su Dida facendosi respingere la palla che poteva riaprire la partita. Il Milan resta sulla difensiva lasciando giocare il Napoli ed al 61’ Leonardo toglie Ronaldinho per Flamini tra le polemiche del brasiliano chew rifiuta la mano del mister.Prova a mischiare le carte anche Mazzarri che sostituisce prima Pazienza con Cigarini per dare più geometria alla manovra e poi inserendo Datolo per Campagnaro presentando un Napoli molto offensivo. E’ il momento dei partenopei che creano occasioni a raffica, ma il Milan è salvato da un ottimo Dida che compie grandi parate a ripetizione lasciando la propria porta inviolata. Mazzarri tenta la carta Denis al 71’ al posto dell’evanescente Quagliarella. I tifosi continuano ad incitare gli azzurri come lo stesso Mazzarri.All’ 86’ Abate è costretto ad un brutto fallo e va fuori per doppia ammonizione lasciando il Milan in 10. Al 90’ calcio d’angolo per il Napoli con palla respinta fuori area va a finire sui piedi di Cigarini che con un sinistro al volo mette mette alle spalle di Dida la rete che accorcia le distanze.Si inizia a credere nel miracolo ed al 93’ Maggio mette al centro per la testa di Denis che mette dentro la palla del pareggio facendo esplodere di gioia lo stadio e la panchina azzurra come in una notte magica.A fine partita soddisfatto il tecnico azzurro Mazzarri: ‘’Pareggio meritato e se c’era ancora qualche minuto….abbiamo dimostrato carattere credendoci fino alla fine,all’inizio abbiamo sbaglaito l’approccio’’.Sui cambia azzeccatti elogia tutti:’’Per me non esistono titolari e riserve siamo un solo gruppo infatti tutti hanno risposto alla grande’’.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.