Home > Speciali > Facimm Ammuin! > Poggiomarino:i bambini sorridono grazie al nuovo parco giochi. Il riscatto (...)

Poggiomarino:i bambini sorridono grazie al nuovo parco giochi. Il riscatto della speranza

domenica 1 novembre 2009, di Giovanna Salvati


Poggiomarino. Inaugurato ieri mattina il nuovo parco giochi di piazza Mazzini finalmente restituito ai bambini e riscatto di un degrado e di un abbandono passato. Una promessa fatta dal primo cittadino Vincenzo Vastola in più occasioni ma che ieri finalmente da parole si è tramutata in fatti concreti. Grande festa ieri quindi in un taglio del nastro dove la presenza di autorità civili, militari, religiosi e alti vertici della sfera politica ha visto colorare di sorrisi e soddisfazioni i tanti bambini presenti. “Un involontario quanto scellerato cambio di destinazione d’uso l’aveva fatto diventare ritrovo di balordi e drogati – ha spiegato il primo cittadino di Poggiomarino Vincenzo Vastola – ma finalmente oggi lo restituiamo ai cittadini di Poggiomarino e soprattutto ai bambini”. Nel suo discorso, il primo cittadino ha sottolineato inoltre che “quella di oggi è stata una sorta di “seconda inaugurazione”: nel 2004, infatti, la struttura, denominata “Villaggio del bambino” fu donata dalla Provincia di Napoli al Comune di Poggiomarino, ma nel giro di pochi mesi il parco giochi fu progressivamente vandalizzato e reso inagibile dall’incuria”. A scandire il momento di festa gli applausi degli alunni della scuola primaria e di tantissimi cittadini che quasi increduli hanno applaudito al taglio del nastro. Presente all’evento del taglio del nastro ha partecipato anche il parlamentare Popolo della Libertà,l’onorevole Paolo Russo, oltre ai componenti della giunta e dell’amministrazione comunale, mentre la benedizione è stata impartita da padre Silvano Controne. “Il menefreghismo delle passate amministrazioni ha ridotto questo posto a un luogo pericoloso, da evitare – ha concluso il sindaco Vastola - noi l’abbiamo rimesso a posto ed io stesso ho firmato una nuova ordinanza, che regolamenta il suo funzionamento”.
E’ stato lo stesso sindaco Vastola a sottolineare l’importanza da parte della stessa cittadinanza nel rispettare il parco che sarà gestito al locale nucleo di Protezione civile, ma non è mancato un ulteriore appello da parte del sindaco alle forze dell’ordine e a tutti i cittadini “Chi ha il compito di far rispettare le leggi è chiamato a farlo in modo energico, ma sono certo che la gente di Poggiomarino saprà dimostrare di essere un popolo civile e orgoglioso del proprio patrimonio collettivo. Tutti dobbiamo agire con maggior impegno per tutelare un bene comune e per dare il buon esempio ai bambini: l’esempio di persone perbene che hanno a cuore il loro territorio”.
All’inaugurazione del nuovo parco del quartiere anche l’onorevole Paolo Russo ha sottolineato l’impegno dell’amministrazione comunale nella riqualificazione del Villaggio dei bambini di piazza Mazzini “si apre oggi un’oasi di serenità, uno spazio comune che tutti noi siamo chiamati a tutelare rispettando le regole. Al sindaco e all’amministrazione comunale vanno i miei complimenti per il lavoro svolto”. L’iniziativa rappresenta una delle prime opere di restayling e recupero di alcune aeree della cittadina, il tutto con un unico leitmotiv ovvero quello di incentivare la vivibilità della zona per i cittadini stessi, insomma grande festa quindi, anche per i bambini che potranno giocare in completa sicurezza con altalene e scivoli e tanti altri giochi in aree verdi.
Finalmente un impegno forte che però vede la diffidenza di alcuni cittadini “ben venga l’inaugurazione di un parco che possa finalmente ospitare lo svago dei nostri bambini ma ora l’impegno dell’amministrazione deve essere ancora più concreto, garantire una vigilanza adeguata affinchè non si ripetino gli eventi passati, se l’amministrazione non garantirà sicurezza con le sinergie delle forze dell’ordine il parco potrebbe ritornare allo stato di scempio di qualche tempo fa”. Insomma un momento di gioia senza dubbio per la riapertura del parco ma dove non sono mancati i timori sopratutto ricordando il recente passato del parco pubblico che fino a pochi mesi fa era ritrovo di balordi, tossicodipendenti che avevano trasformato un punto di ritrovo per i bambini in luogo di baldoria,l’augurOi quindi è che il piccolo paese dei balocchi non svanisca.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.