Home > Attualità > Comunicati Stampa > "Giovane Italia": Fiorillo, Donnarumma ed Infuso confermati ai vertici del (...)

"Giovane Italia": Fiorillo, Donnarumma ed Infuso confermati ai vertici del movimento giovanile del Pdl

giovedì 5 novembre 2009, di Comunicato Stampa


Pasquale Fiorillo, Nello Donnarumma e Davide Infuso, già dirigenti provinciali di Azione Giovani, sono stati confermati ai vertici della «Giovane Italia», il movimento giovanile del Popolo Della Libertà, che nasce dalla fusione di AG e Forza Italia giovani.
«Sono entusiasta per il riconoscimento ottenuto, non solo per la mia nomina ma anche perché siamo riusciti a dare una larga rappresentanza dell’intero territorio provinciale» – dice Pasquale Fiorillo, tra l’altro capogruppo Pdl nel consiglio comunale di Pollena Trocchia. «Inoltre siamo riusciti ad inserire ragazzi validi e capaci nell’assemblea provinciale, organo consultivo che cercherà di raccogliere le esigenze dei giovani di tutta la provincia di Napoli – continua il dirigente della Giovane Italia - ora il lavoro sui territori deve riprendere, mettendo al centro della nostra politica gli interessi delle giovani generazioni e non mi riferisco soltanto al tempo libero, allo sport, a quel che comunemente si tira in ballo parlando di politiche giovanili, bensì alle opportunità per sentirci responsabili del nostro futuro e di quello della società. Penso quindi all’ambiente, alla scuola, all’università, alla partecipazione alla vita amministrativa, all’occupazione, alla legalità. Tutto questo attraverso una politica di educazione e sensibilizzazione dei ragazzi. Bisogna passare dalle parole all’azione, ho sempre detto che non sono gli incarichi a formare una persona ma le persone che rendono importanti le cariche».

Messaggi

  • Faccio tutti i miei complimenti ai giovani del PDL per le nomine ricevute e gli auguro buon lavoro e successo nella loro opera.
    Detto questo sarei curioso di sapere come e quando sono stati eletti alla loro carica e quali sono state le modalità di elezioni che sono state eseguite nel PDL.
    Perchè sia chiaro,da domani queste persone rappresenteranno il loro partito nel confronto democratico con altri partiti della società civile e non capisco quale rappresentatività possano avere dei " nominati" in un contesto democratico.
    Anche se in verità,ho il dubbio che questa sia l’ennesima prova che ci troviamo di fronte ad un partito Azienda di proprietà del leader maximo e che queste persone invece che rapprentanti siano solo degli impiegati che eseguono ordini.
    A voi la smentita.
    MIMMO RUSSO

  • Scusa ma come credi vengano nominati i dirigenti negli altri partiti?
    per moralità acquisite sul campo?.....NO si viene nominati in base semplicemente ai tesserati votanti...e se i tesserati votanti votano quella persona invece che un altro...scusa ma di che ti lamenti....questa a casa mia si chiama democrazia.....poi si puo anche discutere sulla bontà dei tesserati....ma questa è un altra storia...
    eppoi scusa ma guarda a casa tua, non capisco tutto questo interesse sul PDL...io non sono tesserato ma voto da anni Silvio berlusconi e sinceramente questa polemichetta sul partito azienda mi fa semplicemente ridere......scusami ma Peron in argentina, putin in russia, Lula in brasilee tanti altri grandi leader ricevevano e ricevono la loro forza e il loro potere in virtu del voto popolare...piaccia o non piaccia ma se tu prendi i voti e pure tanti devi governare perchè è il popolo che ti ha votato....quindi le polemichette da trattoria lascele perdere

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.