Home > Politica > Terzigno: Cittadina verso il voto. Udc "chi va piano va sano e va (...)

Terzigno: Cittadina verso il voto. Udc "chi va piano va sano e va lontano"

mercoledì 11 novembre 2009, di Giovanna Salvati


Terzigno: Anche l’Udc scende in campo e inizia il suo percorso attivo in vista delle prossime elezioni comunali. Dopo l’ufficialità dei giorni scorsi del primo candidato, l’ex sindaco Domenico Auricchio, che riprova a conquistare la poltrona di primo cittadino, ritornano alla carica anche gli altri schieramenti politici. Scenari che cambiano, si spaccano o si coalizzano sembrano cosi riportare alla luce la sfera politica locale che per qualche mese sembrava ormai caduta in letargo. Un letargo dettato dal commissariamento improvviso, un voto di sfiducia che ha portato a giugno l’ex sindaco Auricchio a lasciare il palazzo municipale, ma che non sembra fermare la determinazione e la voglia di Auricchio di rimettersi in gioco. “Ho la stima dei cittadini che mi rivogliono, non vedono l’ora di andare a votare” aveva commentato Auricchio, e cosi ora ci riprova, appoggiato dal nascente direttivo locale del Popolo delle Libertà, insediatosi pochi giorni fa. Ma sull’altro fronte cosa stanno preparando le altre coalizioni? A parlare di rinnovamento è anche il partito dell’Udc, che trova voce nel consigliere provinciale nonché Presidente dell’Upi Pietro Langella “Non c’ è fretta di trovare un candidato – spiega Langella – l’importante è trovare una persona valida, competente che possa riuscire a ridonare un punto fermo e valido alla cittadinanza. Non abbiamo necessità di proporre nomi o imporli, il nostro obiettivo principale è creare un percorso insieme. Cercare insieme un candidato, ed è proprio per questo siamo aperti a qualsiasi proposta e a chiunque voglia effettivamente darci un contributo, dare un contributo effettivo e concreto per cercare di stilare un percorso che punti solo alla rinascita del nostro paese. Terzigno già per troppo tempo è stato vittima di scelte sbagliate, e non è imponendo nomi o scelte che si fa il bene del paese”. “Siamo convinti che tante risorse ci sono sul nostro territorio risorse – continua il Presidente dell’Upi Langella – risorse che vanno riscoperte e rivalutate solo attraverso persone competenti e capaci, che non siano centratori di un potere o di un mandato ma che al contrario lavorino insieme, creando sinergia, facendo gruppo, ascoltando le esigenze dei cittadini e rispondendo alle stesse con fatti e non con parole o continue promesse”. La necessità di un programma forte e coerente senza grossi nomi, ma al contrario con idee chiare e voglia di fare sembra il punto di partenza dell’Udc che si appresta cosi ad esporre il cartello “Lavori in corso”. Non a caso sembra stabilito proprio per questa sera il primo incontro, un incontro che vedrà il direttivo locale del partito di Casini incontrarsi. All’ordine del giorno i primi passi da muovere e il come muoverli in vista del prossimo turno elettorale che vedrà i cittadini terzignesi chiamati al voto. Ancora incerte e nell’ombra le direttive che seguirà invece il Partito Democratico, sempre in prima linea in ogni occasione ma che ultimamente sembra varcare l’ombra, un ombra che la dice lunga su eventuali pianificazioni e alleanze future.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.