Home > Politica > Crocifisso ammonisce i politici, nuovo manifesto del Fla

Crocifisso ammonisce i politici, nuovo manifesto del Fla

mercoledì 25 novembre 2009, di La redazione


Sant’Anastasia. A volte un’immagine può dire più di mille parole. A questo devono aver pensato gli esponenti del Fla (Fronte di Liberazione degli Anastasiani) che hanno fatto comparire sulle mura cittadine un manifesto eloquente. Gesù sulla croce ed una frase “Padre perdona loro perchè non sanno quello che vogliono”. Non è difficile immaginare che il monito sia rivolto ai politici anastasiani. Dopo la crisi che ha riguardato l’esecutivo del sindaco Carmine Pone e che ha portato alla fine anticipata dell’amministrazione di centrodestra, oggi il clima è rovente e confuso più che mai.

Messaggi

  • carissimo/a della redazione , non è detto che il monito riguardi la politica locale, io l’attribuisco alla politica nazionale riguardo al crocifisso,
    mi sembrerebbe puerile e di cattivo gusto usare una figura sacra per questa situazione locale,altresì se la sua interpetrazione è giusta, sarebbe stato giusto ignorare "costoro" perche’peccano di tanta presunzione?chi sono? cosa fanno?
    lasciamo il sacro al proprio posto per piacere.AMEN
    FRANCESCO

  • Avevo gradito il manifesto del FLA. La sentenza dell’Ue riguardante il crocefisso è stata vergognosa e una dimostranza del genere era sicuramente un segno di speranza, di attaccamento a quei valori smarriti d’un tempo non troppo lontano. Ora, però, dopo il restroscena svelato dalla giornalista Bellini, questo gesto sembra perdere la sua importanza. Strumentalizzare una sentenza del genere su questioni importantissime per le nostre radici e cultura per fini di bassa politica mi sembra eccessivo, forse fin troppo.....

  • Ci dispiace se abbiamo offeso o intaccato la suscettibilità di chicchessia, non era nostra intenzione.
    Il nostro intento è meramente scuotere le coscienze degli individui ed invitarli a decidersi su chi o cosa vogliono essere.
    Siamo rispettosi della sacralità del simbolo, ma anche delle persone.
    Non sappiamo chi abbia contattato la giornalista, di certo non noi.
    Grazie comunque al giornale per l’amplificazione del nostro pensiero.
    Il presidente del F.L.A.

  • Ribadiamo ulteriormente che non è stata nostra intenzione polemizzare o essere blasfemi.
    Ci dispiace umilmente se non siamo stati eccelsi nell’esprimerci.
    Ci dispiace per qualsiasi cattivo intendimento vorreste farne uscire fuori dal nostro scritto.
    A Grabiella diciamo grazie senza se e senza ma.
    A Francesco Amen chiediamo scusa.
    Se non bastasse, accontentatevi. Mi auspico che non pensiate ad una fustigazione (anche nel senso figurativo).
    Non saremmo in grado di sopportarlo.
    Nel totale rispetto delle idee altrui
    Il presidente del F.L.A.

  • Bello,molto bello a dir poco goliardico,peccato che sia stato usato il crocifisso,peccato che, da quel che leggo non si sa chi sia il presidente del FLA,serebbe un peccato se ci dovessimo trovare con una lista alle amministrative anastasiane del FLA, certo non uno scandalo ma starebbe a significare che il FLA avrà cambiato i propri obiettivi. PECCATO. Sig Francesco Esposito

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.