Home > Politica > Somma Vesuviana, la maggioranza ha "il mal di pancia"

Somma Vesuviana, la maggioranza ha "il mal di pancia"

martedì 1 dicembre 2009


Somma Vesuviana. “La maggioranza ha il mal di pancia”. Sembra una battuta manco troppo simpatica, ma in realtà è lo stato d’animo che aleggia all’interno della maggioranza di centrodestra guidata dal sindaco Raffaele Allocca. Si perché in queste ore il primo cittadino ha diverse gatte da pelare tra le mani. Innanzitutto i rapporti interni al Pdl. Sembra infatti che l’assenza dei tre consiglieri del Popolo delle libertà, Allfonso Allocca, Riziero Esposito e Giuseppe di Palma, all’ultimo consiglio comunale di giovedì scorso abbia avuto notevoli ripercussioni all’interno del partito di maggioranza. Difatti il restante gruppo del partito di Berlusconi, che siede tra gli scranni di Palazzo Torino, avrebbe ufficialmente richiesto al sindaco Allocca l’allontanamento dei tre dalla maggioranza. Non solo, ma avrebbero anche richiesto allo stesso primo cittadino che i tre dissidenti restituissero le deleghe consiliari di loro competenza. Anche se, in questo caso, secondo alcuni fonti, Giuseppe Di Palma, la sua delega, riguardante il comparto del gas cittadino l’avrebbe già rimessa qualche giorno fa. Dal canto loro i consiglieri finiti nel mirino dei propri colleghi, di maggioranza e di partito, tacciono anche se, secondo i più i tre avrebbero avuto un avvicinamento con Vincenzo Nespoli, il quale caldeggerebbe un clamoroso ritorno in amministrazione di Luigi Mele in qualità di vicesindaco. Ma il malumore che serpeggia tra le fila della maggioranza non riguarderebbe solo i consiglieri comunali. Secondo alcune voci circolate nei giorni scorsi si prospetterebbe anche un cambio del capogruppo consiliare del Pdl anche se il nome del sostituto di Vittorio De Filippo è ancora in alto mare. Capitolo assessori. E’ probabile anche che dalla riunione di ieri sera sia arrivata la richiesta di rimpasto in Giunta che dovrebbe riguardare tre assessori: quello alla cultura, Anna Cuomo, quello ai lavori pubblici Chiara Di Mauro e il titolare dell’istruzione Vincenzo Carrella.
Dunque sembra scricchiolare la fin qui inappuntabile macchina politica messa in piedi dal sindaco Raffaele Allocca aale amministrative dello scorso anno. A questo punto, dopo la riunione di ieri sera, bisognerà capire se il sindaco accetterà le condizioni poste dai propri consiglieri. La partita è aperta anche se potrebbe cambiare poco rispetto alla forza dell’amministrazione visto che, da più parti, si caldeggiano nuovi ingressi dall’opposizione che ne rimpolperebbero le fila.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.