Home > Politica > Somma Vesuviana, ecco i primi effetti della crisi dell’amministrazione (...)

Somma Vesuviana, ecco i primi effetti della crisi dell’amministrazione Allocca

mercoledì 2 dicembre 2009


Somma Vesuviana. La crisi di governo che in questo momento attanaglia la maggioranza del sindaco Allocca sembra mostrare risvolti più chiari. E’ difatti di mercoledì mattina la notizia secondo la quale Giuseppe Di Palma, giovane avvocato e consigliere tra i più votati nel pdl sommese alle ultime elezioni amministrative, si sarebbe dimesso dal doppio incarico da lui rivestito (in allegato troverete le dimissioni del consigliere). Infatti, con una nota fatta circolare ai capigruppo dei partiti presenti tra gli scranni di Palazzo Torino, il giovane consigliere si è dimesso sia dalla carica di vicepresidente del consiglio comunale e sia da quella di delegato per seguire gli aspetti della metanizzazione e distribuzione del gas cittadino per conto dell’amministrazione. Insomma, uno scossone dal quale è emersa anche la voce di Riziero Esposito il quale sulla crisi non ha profuso parola, ma ci ha tenuto a smentire in modo netto e secco il fatto che lui, assieme ad Allocca e allo stesso Di Palma, si starebbe prodigando, su indicazione del senatore del Pdl Vincenzo Nespoli per l’ingresso in giunta di Luigi Mele. La crisi però non è solo relativa al Pdl. Anche nell’ex Adc, ritornato momentaneamente Progetto Somma, sembra essere terminata la luna di miele all’interno del gruppo consiliare. Infatti, stando ad autorevoli voci vicine al partito, dopo il consiglio comunale di giovedì, nel quale Sergio D’Avino clamorosamente prima si dimise da capogruppo e poi nominò Alessandro Cimmino salvo poi fare un’istantanea marcia indietro su protesta del suo collega di partito Luigi Pappalardo lasciando di fatto il gruppo consiliare senza una guida ufficiale, i fratelli D’Avino (l’uno Sergio, consigliere, l’altro Lello, assessore) sarebbero stati messi alla berlina dagli altri consiglieri. Della questione assessori e rimpasto di giunta invece non è trapelato niente. Come non è trapelata alcuna notizia riguardante il probabile passaggio di qualche elemento dall’opposizione alla maggioranza.

Messaggi

  • IL SINDACO ALLOCCA NEL MANDATO PRECEDENTE , FINITO( è BENE RICORDALO )IN MENO DI DUE ANNI , AVEVA RIBADITO CHE LA CATTIVA GESTIONE ERA STATA PRODOTTA SIA DAI MERCANTI DEL TEMPIO,(INFATTI IL SUO CAVALLO DI BATTAGLIA DELLA CAMPAGNA ELETTORALE FU QUELLO DI
    GOVERNARE LA CITTA’ FACENDOLA DIVENTARE UNA DUBAI NAPOLETANA PERCHE’ AVEVA CACCIATO I MERCANTI DAL TEMPIO), SIA DALL’UDC CHE ERA STATO D’INTRALCIO AL SUO OPERARE.
    ALLORA LA DOMANDA CHE MI PONGO E’,SE NON CI SONO I MERCANTI NEL TEMPIO DA LUI CACCIATI, SE NON C’E’ NELLA MAGGIORANZA IL PARITO DELL’UDC , QUALI SONO ADESSO LE DIFFICOLTA’ DEL NOSTRO RE FERDINANDO ?
    IL PROBLEMA VERO , CARI CITTADINI , E’ PROPRIO IL NOSTRO SINDACO ALLOCCA , CHE CON LA SUA GESTIONE AUTORITARIA , TUTTO DEVE PASSARE PER LE SUE MANI , COADIUVATO DA UNA SERIE DI ASSESSORI FANTASMI CHE MOLTISSIMI CITTADINI SOMMESI NON NE CONOSCONO NEMMENO IL NOME , E CHE LO PORTA A COMMETTERE UNA SERIE DI PROBLEMI CHE DANNEGGIANO L’INTERA COLLETTIVITA’.
    TARSU SUI GARAGE (RETROATTIVITA’ DI CINQUE ANNI), ADDIZIONALE COMUNALE ALA MASSIMA PERCENTUALE, TASSE CIMITERIALI AUMENTATE DEL 2000% (DICO DUEMILA), OPERE PUBBLICHE PRATICAMENTE FERME DA ANNI ( CASA DI RIPOSO- SCUOLA TRENTOLA- SISTEMAZIONE CAMPETTO RIONE TRIESTE CON PROGETTI E SOLDI GIA’ STANZIATI ED APPROVATI-CAMPETTI DI TENNIS AL CAMPO SPORTIVO- SCUOLA DON MINZONI E PARCHEGGIO DIETRO LE TORRI BLOCCATI PER MANCANZA DI DOCUMENTAZIONE ).
    SINDACO IL MERCANTE CHE HA OCCUPATO IL TEMPIO SEI TU E TUTTI I CITTADINI DI SOMMA DI DOVREBBERO CACCIARE.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.