Home > Politica > Torna la pace in An, De Falco resta nel partito

Somma. Dopo lo scontro con il capogruppo si era ipotizzata l’espulsione

Torna la pace in An, De Falco resta nel partito

venerdì 5 ottobre 2007, di Gabriella Bellini


SOMMA VESUVIANA – Torna la calma in Alleanza nazionale. Dopo gli screzi che c’erano stati all’interno del gruppo consiliare tra il capogruppo Giuseppe Nocerino e il consigliere Crescenzo De Falco, la situazione pare volta al sereno. La questione era degenerata nel corso dell’ultima assemblea cittadina, quando Nocerino aveva proposto l’inversione dei punti all’ordine del giorno, tra i quali c’era anche il decentramento delle funzioni catastali ai comuni, a quel punto invece De Falco chiese il rinvio. Da qui un’accesa diatriba con tanto di ipotesi di chiedere l’espulsione di De Falco dal partito. Il tutto rientrato con riunione del direttivo di ieri sera, durante la quale i toni accesi degli ultimi giorni sono stati placati. In effetti la linea tenuta da De Falco in consiglio comunale era quella che gli uomini di Fini avevano deciso di sostenere in una riunione di preconsiglio, cioè di rinviare tutti i punti all’ordine del giorno considerato che ci si trovavano nel bel mezzo di una crisi politica, salvo poi l’inversione di rotta che Nocerino aveva tentato di fare nella seduta di lunedì 1 ottobre. Si era spiegato che il punto sul decentramento andava assolutamente approvato a causa di una scadenza, ma a questa situazione è stato poi posto rimedio con una delibera di giunta. Intanto la crisi aperta dal sindaco Ferdinando Allocca continua. Il primo cittadino si è preso quindici giorni di tempo per sciogliere il bandolo della matassa e ha espresso la volontà di non sedersi a discutere soltanto con i segretari dei partiti del centrodestra, ma anche con i singoli consiglieri.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.