Home > Cronaca > Allocca:"Più controlli sulla Statale 268"

Allocca:"Più controlli sulla Statale 268"

domenica 24 gennaio 2010


Sant’Anastasia. Il giorno successivo alla tragica morte di Ciro Passaretti, il 40enne investito sulla maledetta SS268, si riapre il fronte delle polemiche sulla sicurezza di questa strada definita a giusto titolo come “della morte”. Infatti le quattro vittime dell’ultima settimana vanno sommate alla cinquantina di vite spezzate negli ultimi 14 anni che, per rendere l’idea della mattanza, sono poco più della metà degli italiani caduti in missioni di pace dalla seconda guerra mondiale ad oggi. A rompere il fronte del silenzio sulla vicenda è stato il sindaco di Somma Vesuviana Raffaele Allocca. E’ stato infatti il tratto della SS268 sommese, oltre a quello anastasiano, quello in cui sono avvenuti i tre incidenti mortali. “Lunedi nell’incontro con il prefetto Pansa” ha dichiarato il primo cittadino sommese “esporrò la grave carenza di sicurezza della SS268 che ha contribuito alla morte di quattro persone in una settimana”. L’incontro era già in calendario e riguardava la rimozione dei rifiuti lungo la carreggiata della statale. Alla tavola rotonda, oltre ad Allocca, dovrebbero partecipare tutti i sindaci dei comuni interessati dal passaggio della “strada della morte”. “Noi” ha tuonato Allocca “già ci accolliamo le spese per la rimozione dei rifiuti, anche se la competenza di ciò spetterebbe ad altri Enti. Vorremmo” ha proseguito Allocca “che si prendesse coscienza della pericolosità della statale”. E per superare l’impasse e fare in modo che gli automobilisti prendano realmente coscienza della pericolosità della SS 268 il primo cittadino chiederà al prefetto “l’aumento delle misure di sicurezza”. Dunque il sindaco sommese farà esplicita richiesta di “maggiori uomini delle forze dell’ordine sulla strada, l’utilizzo di autovelox in più tratti ed il coinvolgimento dei corpi di polizia municipale di tutti i comuni interessati dal passaggio della statale”. Sugli interventi strutturali che raddoppino le corsie per senso di marcia Allocca non sembra farsi illusioni. “Purtroppo negli anni sono stati commessi degli abusi edilizi per cui non sarà semplice, in alcuni tratti, ampliare le corsie”. Intanto i funerali del povero Ciro Passeretti si terranno quest’oggi. La salma giungerà dal II Policlino nella chiesa di San Giovanni Battista di Saviano alle 12 e 30 e il rito funebre sarà officiato alle 15 nella stessa chiesa savianese. Restano ancora disperate le condizioni del suo investitore, C.B. di 42 anni. L’uomo infatti, dopo un primo ricovero presso il pronto soccorso dell’ospedale Santa Maria della Pietà nel quale gli avevano riscontrato fratture multiple in tutto il corpo, è stato trasferito presso la clinica Pineta Grande di Castel Volturno. La dinamica della tragedia sembra essere stata confermata. Passeretti è stato investito da C.B. mentre stava accertandosi dei danni che aveva provocato nel tamponare un’auto in sosta, risultata poi precedentemente rubata, sulla carreggiata. Non confermate invece le voci secondo le quali l’intera scena sarebbe stata registrata dalle telecamere della stazione di servizio nei presi della quale è accaduto il fatto. A quell’ora, erano all’incirca le sei, le telecamere erano spente.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.