Home > Cronaca > Terzigno. Domani i funerali del giovane suicida per amore

Terzigno. Domani i funerali del giovane suicida per amore

mercoledì 24 febbraio 2010, di Giovanna Salvati


Terzigno. Una canna collegata al tubo di scappamento del gas della propria autovettura. E’ cosi che si è tolto la vita, almeno questa la prima ipotesi, Domenico Auricchio, un giovane di appena 29 anni di Terzigno. Un ragazzo piena di vita ma che da qualche mese viveva con il dramma del rifiuto amoroso. E da solo, all’interno del proprio abitacolo, è stato ritrovato il suo corpo, ieri nel pomeriggio. L’auto ferma in una campagna di via Verdi, è stata ritrovata dagli agenti del commissariato di San Giuseppe Vesuviano, avvertiti dai familiari che non lo avevano visto rientrare. Aveva passato la notte fuori e non vedendolo rientrare la madre ed il fratello hanno subito avvertito le forze dell’ordine. Subito è scattata la ricerca. Gli agenti, coordinati dalla dirigente Maria Rosaria Napolitano, hanno passato al setaccio ogni angolo della cittadina. E solo dopo mezz’ora dall’avvio delle ricerche hanno ritrovato il giovane senza vita. Incuriositi, infatti, dal veicolo abbandonato nella campagna, gli agenti della polizia, si sono avvicinati alla vettura. Li la drammatica scoperta. Domenico sembrava rapito da un sonno profondo, purtroppo solo qualche secondo dopo, sarà quello eterno. Una morte crudele e forse una delle più atroci, il giovane Domenico infatti, ha deciso di mettere fine alla sua esistenza, collegando una canna al tubo di scappamento del gas dell’automobile che lentamente fuoriuscendo, lo ha consumato. In silenzio, da solo, con i suoi mille pensieri, il suo dramma, la sua voglia di mettere fine a sofferenze che probabilmente gelosamente, custodiva dentro di sé. Un dramma a cui gli agenti stanno in queste ore cercando di dare una valida spiegazione. Infatti secondo quanto hanno raccontato i familiari, il giovane non aveva dato nessun cenno di sofferenza o depressione che avrebbe potuto sfociare nel simile gesto. Ma da qualche mese viveva una storia un po’ tormentata, almeno secondo quanto trapelato da alcune indiscrezioni, di chi conosceva bene il giovane. Questa potrebbe essere stata una delle cause maggiori. Domenico, però viveva probabilmente dentro di sé un dramma di fondo. Diversi anni fa, infatti, aveva perso il padre a cui lui stesso era morbosamente legato. Questo potrebbe essere stato uno degli elementi che avrebbe cosi contribuito all’estremo gesto. Un gesto a cui nessuno riesce a darsi una valida spiegazione e soprattutto rassegnazione. La madre, incredula, con gli occhi pieni di sgomento, ha accolto la notizia, con un urlo di disperazione. Una tragica storia di cui solo Domenico conosce bene le motivazioni. Un gesto inconsulto dove senza dubbio la forza del giovane ha trovato la voglia di mettere fine a qualunque dei drammi che egli stesso viveva: una forza che avrebbe dovuto forse investire in uno sfogo o quanto meno confidandosi con qualche amico. Ma quando si è tolto la vita, Domenico era solo, solo con le sue paure, le sue gioie, i suoi dolori, un mix di sensazioni a cui non ha più retto. E cosi ha deciso di mettere fine. Nel frattempo gli agenti del commissariato di Via Scudieri, stanno cercando di scavare ne passato, seppur l’ipotesi di suicidio sembra quella più accreditata, non si esclude nessuna pista e si scava nella vita del giovane ventinovenne.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.