Home > Attualità > Comunicati Stampa > Saviano, “L’isola che non c’è" organizza la raccolta fondi a favore (...)

Saviano, “L’isola che non c’è" organizza la raccolta fondi a favore dell’Ospedale Santobono”

sabato 13 marzo 2010, di Comunicato Stampa


Saviano- Si terrà domenica sera all’auditorium comunale di Saviano l’evento di beneficenza “l’isola che non c’è”, organizzato dal comitato provinciale di Napoli dell’Associazione Italiana Cultura Sport (AICS) con il patrocinio del Comune di Saviano e della pro-loco il Campanile. Il ricavato della serata sarà devoluto in beneficenza e impegnato per l’acquisto di attrezzature per l’allestimento di un angolo ludico, con annesso internet point, nelle 6 degenze del reparto di urologia pedriatica dell’ospedale Santobono, diretto dal prof. Salvatore Mariconda. La manifestazione nasce dalla volontà della mamma di un bimbo ricoverato lo scorso anno nel reparto di urologia del prof. Mariconda. “E’ un reparto dove i bimbi ricoverati restano per un periodo piuttosto lungo – dicono gli organizzatori – senza la possibilità di svolgere attività ludica. Da qui l’idea di donare al reparto tutto quanto occorre per attrezzare le degenze con giocattoli e internet point”.

Alla manifestazione di domenica sera interverranno l’attore Patrizio Rispo,il famoso portiere di Palazzo Palladini della soap opera Un Posto al sole; il maestro Fausto Carlo Morelli del teatro San Carlo e il maestro Fausto Remini della banda della Polizia Penitenziaria, la scrittrice Emanuela Esposito, l’avvocato Rosita Bonavolontà e il prof. Antonio Palma. All’evento parteciperanno anche rappresentanti dell’associazione “Napoli Cultural Classic” e del “Premio Cimitile”. Sul palco si esibiranno i musici Parià, i bambini dell’accademia Diva e Don Mimmo Iervolino

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.