Home > Attualità > Ordine degli avvocati di Nola, Maria Masi eletta presidente

Ordine degli avvocati di Nola, Maria Masi eletta presidente

sabato 13 marzo 2010, di La redazione


Nola. Sarà una donna il nuovo presidente del consiglio dell’ordine degli avvocati di Nola: Maria Masi. L’Ordine conferma la sua inclinazione alle presidenze in rosa. Infatti, nel biennio 2004-05 il presidente fu Lucia Sibilla e anche in questa consiliatura sono tre le donne presenti nell’organo di rappresentanza dell’avvocatura nolana. Il consigliere segretario è Francesco Urraro mentre il tesoriere è Arturo Rianna. Eletti poi Luigi Barone, Luigi Pascale, Giuseppe Boccia, Pasquale Piccolo, Raffaele Boccia, Ciro Sesto, Umberto Caccia, Luicia Sibilla, Giuseppe De Liguori, Italia Ferraro, Aldo Maione e Salvatore Travaglino. “L’intero Consiglio è chiamato a dare il massimo impegno per la soluzione delle carenze e delle problematiche di questo Foro”, esordisce il neo presidente Masi (nella foto), “ci sono da affrontare e risolvere i cronici problemi dell’Avvocatura nolana, a partire dalle carenze della pianta organica magistratuale e del personale amministrativo del Tribunale e di diversi Uffici del Giudice di Pace e le sfide che riguardano l’organizzazione degli uffici giudiziari, la politica forense nazionale e il ruolo di essa all’interno della società civile. In questo momento il mio pensiero va all’avvocatura nazionale impegnata sui grandi temi della Giustizia e, in particolare, a quella locale, che con le iniziative adottate in questi giorni sono riusciti finalmente a catalizzare l’attenzione sulle gravi carenze di organico e strutturali degli organi istituzionali nazionali”. Il Consiglire Segretario Francesco Urraro dinostra di avere già le idee chiare sul da farsi: "Bisogna rilanciare le forme di democrazia diretta presenti in questo Ordine e chiedere il coinvolgimento di tutti gli iscritti nella ricerca delle soluzioni più adeguate per rilanciare l’efficienza e l’efficacia delle giurisdizione nel nostro circondario. In nostro primo intendimento è quello di convocare una conferenza programmatica aperta a tutti gli avvocati". "Ci sono tutti i presupposti per ridare dignità all’avvocatura – sostiene il Consigliere Tesoriere, Arturo Rianna -. Questo Consiglio ha i requisiti e le qualità per riprendere il giusto dialogo innanzitutto con la magistratura e, comunque, con tutte le componenti del pianeta giustizia del nostro tribunale. È necessario riprendere il dialogo soprattutto in questo momento che vede la questione giustizia posta al centro dell’attenzione nazionale, putroppo non sempre in chiave positiva".

Messaggi

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.